PUNGENT STENCH – Masters Of Moral Servants Of Sin

Pubblicato il 26/11/2001 da
voto
7.0
  • Band: PUNGENT STENCH
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2001
  • Etichetta:
  • Distributore: Audioglobe

Bisogna rispettare chi la storia l’ha fatta. Ed è proprio di rispetto che si parla nel caso dei Pungent Stench, band assolutamente seminale per essere stata la prima a creare un mix devastante di lirismo ironico e disturbante ed innegabile fede grindcore. Per chi li aspettava dopo la pausa di sette anni “MOMSEOS” sarà la manna dal cielo, la prova tangibile dell’esistenza di Dio probabilmente. I Pungent Stench hanno fatto ciò che i fans volevano, hanno tirato dritto su una strada che inevitabilmente hanno contribuito a disegnare. In your face heavy-death metal senza ripensamenti di sorta, solo tonnellate di buonissimi spunti e di riffs spaccaossa che faranno gola a tanti pivellini. L’attitudine è assolutamente inalterata: contro tutto e tutti. In questo caso sembra, però, che i nostri amici austriaci ce l’abbiano particolarmente con le istituzioni religiose non risparmiandosi titoli da gran-galà del politically correct come “Rex Paedophilus” (che tratta le vicende di un prete) o “Suffer The Little Children To Come Unto Me”. Tralasciando le amenità liriche rimane un buonissimo album di impatto spropositato, suonato e composto con maestria ed esperienza, non privo di certe trovate da metallari scafati (da sentire certi passaggi di doppia cassa). Ovviamente sconsigliatissimo a chi pensa che il death metal sia affare solo dei Cannibal Corpse, decisamente un bel regalo di natale (un po’ in anticipo) per chi, invece, ha orecchie per intendere certe sonorità “vecchiotte”. Per chiudere alla loro maniera “Viva Il Vaticano!”.

TRACKLIST

  1. Loot Shoot Electrocute
  2. School’s Out Forever
  3. Diary Of A Nurse
  4. The Convent Of Sin
  5. Rex Paedophilus
  6. Retaliation
  7. Suffer The Little Children To Come Unto Me
  8. Viva Il Vaticano
  9. Mortuary Love Affair
  10. The Testament Of Stench
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.