QUEENS OF THE STONE AGE – Era Vulgaris

Pubblicato il 29/07/2007 da
voto
7.0
  • Band: QUEENS OF THE STONE AGE
  • Durata: 00:54:27
  • Disponibile dal: /06/2007
  • Etichetta: Interscope Records
  • Distributore: Universal

In “Lullabies to Paralyze” è stato facile puntare il dito sulla diversità del suono, data l’assenza delle urla impazzite di Nick Oliveri. Ora che la versione 2.0 dei Queens Of The Stone Age è stata assorbita anche da coloro che non ritengono Josh Homme una divinità infallibile, è tempo di una nuova uscita discografica. Il trend dell’album precedente è perpetuato dall’ironia e dall’attacco ai padiglioni auricolari, questa volta somministrato attraverso lucenti canzoni pop distorte all’eccesso e sporcate dal suono valvolare, unendo gli hook di Homme al garage/sludge in maniera malsana e stonata, come vuole l’attitudine da sballati del deserto. Canzoni che necessitano di un ascolto attento o di uno stato mentale alterato perché la loro melodia venga assorbita completamente, anche se sono sostanzialmente ridotte a pochi accordi ripetuti insistentemente che vi schiaffeggiano sulle orecchie a palmo aperto. I soliti ospiti illustri sono stavolta Trent Reznor e Julian Casablancas degli Strokes, anche se difficilmente li potrete scovare visto che restano quasi completamente nascosti. Le canzoni saltano dall’ottimo singolo “Sick,Sick,Sick” alle sfumature glam corrosive di “Battery Acid” al falsetto sensuale di “Make it Wit Chu”, passando per il gioco sugli accordi à la “Smells Like Teen Spirit” di “3’s and 7’s”. Tutte belle canzoni prese singolarmente, ma che risultano leggermente incolori nel confronto diretto col passato della band, e soprattutto denotano un’ombra di insicurezza se considerate nell’insieme. Non si può negare però che Homme mantiene la sua smagliante nonchalance, che regala appeal ad “Era Vulgaris” e che ancora una volta, sulla lunga distanza e per distacco dai concorrenti, fa centrare ai Queens Of The Stone Age il bersaglio.

TRACKLIST

  1. Turning On The Screw
  2. Sick, Sick, Sick
  3. I’m Designer
  4. Into The Hollow
  5. Misfit Love
  6. Battery Acid
  7. Make It Wit Chu
  8. 3’s & 7’s
  9. Suture Up Your Future
  10. River In The Road
  11. Run Pig Run
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.