QUEENSRYCHE – American Soldier

Pubblicato il 31/03/2009 da
voto
7.5
  • Band: QUEENSRYCHE
  • Durata: 00:53:24
  • Disponibile dal: 30/03/2009
  • Etichetta: Rhino
  • Distributore: Warner Bros

In questi anni la guerra è stata tra gli eventi più tristi ed importanti della storia americana. Il mondo sociale e politico è stato vissuto con forte patriottismo dagli abitanti del Nuovo Continente, sempre più messi a dura prova da scelte dubbie ed un sistema sempre più impietoso. I soldati, il loro amor di patria, i racconti di guerra sono il tema portante di “American Soldier”, la nuova fatica in studio dei Queensrÿche. Geoff Tate, come sempre, si è addentrato nel profondo del sentimento americano, per anni infatti il cantante di Seattle ha tenuto personalmente interviste con i reduci di guerra, ascoltando i loro ricordi, facendo sue emozioni tragiche vissute tra le parole di chi l’orrore l’ha vissuto in prima persona. Ogni brano di “American Soldier” è un racconto, non a caso spesso appaiono proprio le vere voci dei soldati che si intrecciano con le linee vocali di Tate. Definire metal un disco come questo è riduttivo ed in parte falso, scordatevi canzoni inondate da riff, le ritmiche sentite sull’ultimo “Operation: Mindcrime II”. Questa volta i Queensrÿche predilogono la componente acustica, danno anima e corpo nelle linee vocali interpretate magistralmente da un Tate in grande spolvero che con la sua voce dona mille sfaccettature ai brani. L’opener “Silver” suona drammatica ed epica, “Man Down” con il suo incipit roccioso e metallico cresce fino a mostrare tutta la maestosità dei Queensrÿche. Spostandoci su sonorità più pacate, le strofe malinconiche di “Remeber Me” colpiscono dritto al cuore, così come lo stupendo assolo di Michael Wilton. La conclusione di “American Soldier” viene affidata alla ballad “Home Again” dalle spiccate influenze pinkfloydiane, e a una “The Voice” che ci fa gustare un sound rock con spunti nostalgici. Progredire, evolversi, maturare: queste sono le regole della musica di Tate e compagni. “American Soldier” merita molti ascolti perché ad ogni passata sul lettore CD verranno a galla nuovi dettagli, piccoli accorgimenti che fanno di questo lavoro un magnifico come back. I Queensrÿche hanno superato loro stessi, un disco così emozionante non si sentiva almeno da “Promised Land”!

TRACKLIST

  1. Sliver
  2. Unafraid
  3. Hundred Mile Stare
  4. At 30,000 Ft.
  5. A Dead Man’s Words
  6. The Killer
  7. Middle Of Hell
  8. If I Were King
  9. Man Down!
  10. Remember Me
  11. Home Again
  12. The Voice
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.