RAGING SPEEDHORN – Before the Sea Was Built

Pubblicato il 09/10/2007 da
voto
6.5
  • Band: RAGING SPEEDHORN
  • Durata: 00:28:30
  • Disponibile dal: 10/09/2007
  • Etichetta:
  • SPV Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music non ancora disponibile

Quarto capitolo per gli inglesi decibel-dipendenti, rinnovati nella forma con un nuovo cantante e un nuovo bassista. Avendo seppellito le vecchie e imbarazzanti eredità nu metal del debutto i Raging Speedhorn non hanno nessuna intenzione di cambiar formula in questo “Before The Sea Was Built”, e dimostrano di non voler lasciare nessuna concessione a sentimenti che non siano di depressione, disillusione, disappunto. Un assalto hardcore/metal dissonante, oscuro, sludge ma originale in fondo, capace di aprirsi a brevi spazi di riflessione, sbranati in poco tempo dalla furia dei due vocalist. I Raging Speedhorn tentano di tener tutti svegli puntando su pezzi concreti e concisi, azzeccando le cannonate di “Too Drunk To Give A Fuck” e “Mishima”, lasciandosi trasportare dai riff melodici nel fuori tema di “Sound And Waves” ma ripetendosi un pochetto nel resto dell’album. Il nuovo Bloody Kev non brilla certo di originalità, ma sembra avere la gola indistruttibile, cosa di cui sicuramente necessiterà il gruppo nel suo infinito viaggio verso la prossima data. Del resto i nostri sono sempre stati una buona live band, onesta e lavoratrice, che accompagnerà degnamente tutti i nuovi idoli che avranno la metà della loro esperienza. Difficile uscire da un ruolo che sembra affibbiato dal destino.

TRACKLIST

  1. Everything Changes
  2. Before The Sea Was Built
  3. Dignity Stripper
  4. Mishima
  5. The Last Comet From Nothingness
  6. Born To Twist The Knife
  7. Who Will Guard The Guards
  8. Too Drunk To Give A Fuck
  9. Sound Of Waves
  10. Jump Ship
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.