RAGING SPEEDHORN – How The Great Have Fallen

Pubblicato il 15/06/2005 da
voto
7.0
  • Band: RAGING SPEEDHORN
  • Durata: 00:48:47
  • Disponibile dal: 11/06/2005
  • Etichetta:
  • SPV Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Tornano a fare casino i peggiori spacconi che l’Inghilterra ci abbia donato negli ultimi anni. Raging Speedhorn: robaccia alcoolica a metà tra Iron Monkey, Orange Goblin e Motörhead. Bellissimo il primo album, discreto il secondo, buono questo nuovo “How The Great Have Fallen”, che suona più cupo, sporco e intransigente del suo predecessore, quel “We Will Be Dead Tomorrow” che puzzava davvero troppo di pulito e pareva troppo educato per portare il marchio Raging Speedhorn. I riff tornano a essere obesi e scontrosi, supportati da un drumming reiterato, dalla totale assenza di rifiniture, da quel senso di “buona la prima” che tanto aiuta i brani, tutto sommato abbastanza convenzionali, del sestetto d’oltremanica. Tutta attitudine spaccona, che rischia di soffocare anche i guizzi d’ingegno dei nostri (il bel finale percussivo di “Slay The Coward” o le tastiere della title track), ma che in fondo è parte fondante dell’esperienza Raging Speedhorn, una band che sopperisce col fisico alla mancanza di strategia. E lo fa alla grande. Per gli estimatori di alcool, sudore, satanismo e colla da sniffare.

TRACKLIST

  1. A Different Shade Of Shit
  2. Oh How The Great Have Fallen
  3. Dead Man Walking
  4. Master Of Disaster
  5. Snatching Defeat From The Jaws Of Victory
  6. How Much Can A Man Take
  7. Fuck You Pay Me
  8. Slay The Coward
  9. The Infidel Is Dead
  10. Don't Let The Bastard Grind You Down
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.