RAGNAROK – In Nomine Satanas

Pubblicato il 03/03/2002 da
voto
5.0
  • Band: RAGNAROK
  • Durata: 00:48:06
  • Disponibile dal: 21/01/2002
  • Etichetta: Regain Records
  • Distributore: Self

Ennesimo ritorno blando e privo di interesse questo quarto capitolo dei black metallers Ragnarok. Dopo un discreto debutto nel 1995, i nostri hanno tentato il tutto e per tutto con lo stanco “Arising Realm” ed il prolisso e pretenzioso “Diabolical Age”, senza riuscire minimamente a trovare il favore di un pubblico sempre più esigente e severo; approdati ormai alla svedese Regain Records, i quattro cercano con “In Nomine Satanas” di compiere il fatidico salto di qualità, con tutti i loro mezzi a disposizione e con la prestigiosa produzione degli studi Abyss (curata però dal fratello di Peter, Tommy Tagtgren). Il loro sconcertante black metal svedese di scarsa qualità ed ispirazione, ben eseguito e confezionato, ma mancante di attitudine, fervore ed idee, affonda fin dal primo ascolto nel più clamoroso buio creativo; tutto sembra essere a suo posto, a partire dalle qualità esecutive dei nostri e dalla discreta fattura delle singole tracce, ma l’impressione è quella che ad essere in difetto sia la capacità di creare musica, passione, energia, in grado di rimanere nel tempo e di andare oltre il mero intrattenimento. Rispetto al precedente album, i Ragnarok sono senza dubbio riusciti a trovare una formula più stringata e compatta del proprio sound, ma sono ancora fin troppo distanti dall’aver scoperto degli efficaci standard stilistici che possano farli notare tra i tanti; titoli come “The Black Mass”, “Angel Corpse”, “Under The Wings Of Satan” e “The Beast Of Madness” non fanno altro che sommergere ulteriormente la proposta dei Ragnarok verso il più nero abisso creativo. Francamente risparmiabile.

TRACKLIST

  1. In Nomine Satanas
  2. The Black Mass
  3. A Nights Kingdom
  4. The Beast Of Madness
  5. Under The Wings Of Satan
  6. In Inferno I Drown
  7. Crowned As Prince Of Darkness
  8. Angel Corpse
  9. Enriched By Chaos
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.