RAPTURE – Malevolent Demise Incarnation

Pubblicato il 06/04/2021 da
voto
8.0
  • Band: RAPTURE (GR)
  • Durata: 00:43:31
  • Disponibile dal: 26/03/2021
  • Etichetta:
  • F.D.A. Records

Spotify non ancora disponibile

Apple Music:

Da non confondere con l’omonima formazione melodic death-doom metal finlandese, i Rapture sono una portentosa death-thrash metal band ellenica già arrivata con questo “Malevolent Demise Incarnation” al traguardo del terzo album in carriera. Sinora i ragazzi di Atene non hanno fatto parlare moltissimo di se, ma il disco nelle nostre mani ci mette davanti a un exploit ragguardevole, potenzialmente in grado di attirare l’attenzione di un pubblico ampio così come quella di etichette più influenti della comunque solida F.D.A. Records. I brani inclusi nella tracklist sono sforzi impetuosi nel fondere la materia thrash con quella death metal, in un’operazione che sembra corrispondere a una ferma volontà di non voler retrocedere sulle solite formule thrash anni Ottanta che negli ultimi anni sono state sfruttate sino alla nausea da una moltitudine di gruppetti innamorati dei soliti Big Four. Per architettare la base del loro sound, i Rapture, a differenza di tanti colleghi, guardano invece ai primissimi anni Novanta e alla violenza irrefrenabile di gente come Demolition Hammer, primi Malevolent Creation, Massacra e Invocator. La tensione palpitante, lo studio meticoloso delle dinamiche, il ricorso a qualche gradito tecnicismo e ad impulsi tanto metallici e poderosi quanto insidiosi e destabilizzanti parlano di una band che ha sì parecchio thrash nella propria attitudine, ma che può anche vantare un eclettismo e al contempo una durezza direttamente mutuati dal primo death metal. Le canzoni di “Malevolent Demise Incarnation” procedono per successioni scomposte per ottenere una vivacità sonora incredibilmente densa, avvincente tanto nelle progressioni tortuose quanto nelle fasi più massicce e corpose, in cui ovviamente predomina una sana vena da headbanging, essenziale in questo tipo di proposte. Tantissimi i riff per brano, i quali si spezzano, si frammentano e si ricompongono seguendo un ordine puramente emozionale, un impulso pneumatico innato che si raccorda in ogni sfumatura con gli spasmi della sezione ritmica, nella quale si segnala un basso presente e talvolta particolarmente ispirato. La durata media di ogni episodio è sui cinque minuti, tuttavia anche nei passaggi più apertamente tecnici, il disco riesce ad avere il grande merito di trasudare un’inquietudine nient’affatto distaccata: i Rapture infatti sono tutto fuorché degli esibizionisti e la loro manovra fra tutti questi cambi di tempo risulta di conseguenza sempre genuinamente furente e artisticamente pulsante, ricollegandosi appunto a quella sostanza rintracciabile negli album dei succitati maestri. “Malevolent Demise Incarnation”, in sintesi, è un disco che mostra delle notevoli potenzialità all’interno di un sottogenere oggigiorno poco abusato: un territorio al confine fra thrash e death metal dove si guarda ad altri orizzonti e dove tanto può ancora essere detto senza scadere nelle solite formule. Un plauso ai Rapture per averci creduto.

TRACKLIST

  1. Malevolent Demise Incarnation
  2. Inanimate Frigidity
  3. Predatory Menace
  4. After Your Eternity
  5. I Am Become Death
  6. Birthrape Leftovers, Praising the Maggots
  7. Herald of Defiance
  8. Requiem for a Woeful Dynasty (Memento Mori)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.