RASPAIL- Dirge

Pubblicato il 15/11/2016 da
voto
8.0
  • Band: RASPAIL
  • Durata: 00:54:00
  • Disponibile dal: 11/11/2016
  • Etichetta: Sick Man Getting Sick Records
  • Distributore:

Tre anni dopo le raffinatezze doom-death dell’omonimo EP di debutto, i Raspail danno alle stampe “Dirge”, primo full-length che conferma l’alto valore artistico e la qualità della scrittura di questo progetto capitolino. Nella prima fatica sulla lunga distanza dei Nostri si avverte una urgenza espressiva veicolata da canzoni che immaginiamo scritte di notte e urlate con innate urgenza e passione, nonostante gli arrangiamenti risultino di nuovo estremamente curati nei dettagli. Doom, death metal, shoegaze, post rock… definizioni volte a definire generi o umori musicali che in questo lavoro non trovano ragione di esistere, in quanto fuse in un unico, ipnotico, affascinante affresco sonoro. L’influenza dei Katatonia pre-“Discouraged Ones” questa volta è meno evidente: il tocco old school continua a sentirsi negli episodi recuperati dall’EP, mentre quelli completamente inediti svelano un’anima più sfuggente e disturbante, complice anche l’intervento di elementi drone. La tracklist è una cascata di atmosfere eteree e ritmi spezzati, chitarre dilaniate e dilanianti, groove frantumato in schegge vaganti fra epicità, durezza e malinconia. Con “Dirge”, insomma, siamo più che mai in un territorio dove la traiettoria del doom-death metal anni Novanta incrocia le frequenze di certi vecchi suoni alternativi anglosassoni, dando vita a otto brani dall’anima inquieta e dolente, le cui armonie si liberano nell’aria con leggerezza, trasmettendo una sensazione a metà strada fra tristezza e meraviglia. Costruzioni armoniche solidissime nella loro evanescenza, che spaziano tra incubi urbani e brezze bucoliche, emozionando con il loro ritmo indolente e arcano. Suoni spesso vellutati, eppure pregni di un’ebbra febbre sonica. Non un semplice revival, quindi; siamo ben lontani da un riciclo di vecchie formule partorito dall’ascolto dei capolavori degli idoli di gioventù. “Dirge”, al contrario, è un disco fresco e colto, con il quale i Raspail si candidano – magari senza volerlo – a rivestire un ruolo da protagonisti nel futuro del filone doom e derivati.

TRACKLIST

  1. The Wanderer
  2. The Nymph's Wood Hymn To The Rising Sun
  3. Vesevo
  4. Dirge
  5. One Step More To The Void
  6. We Should Not Grieve
  7. Ver Sacrum
  8. Et In Arcadio Ego
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.