RAUNCHY – Death Pop Romance

Pubblicato il 14/02/2006 da
voto
8.0
  • Band: RAUNCHY
  • Durata: 00:48:37
  • Disponibile dal: 20/02/2006
  • Etichetta: Lifeforce Records
  • Distributore: Andromeda

Streaming:

Erano mesi che si parlava di un ritorno dei Raunchy, la modern metal band danese autrice di lavori come “Velvet Noise” e “Confusion Bay”. Quando quest’ultimo album era in procinto di essere pubblicato si sprecavano i paragoni con i Fear Factory e i Mnemic e il sestetto sembrava davvero in procinto di decollare da un momento all’altro. Il disco si rivelò però un mezzo flop e non venne nemmeno promosso degnamente. Ripresasi dalla delusione e cambiato il cantante, la band è quindi tornata al lavoro lo scorso anno e ha registrato questo nuovo “Death Pop Romance”… e proprio grazie alla nuova manciata di canzoni è riuscita ad ottenere un contratto con la sempre più potente Lifeforce Records. E non è un caso, visto che questa volta i Raunchy hanno davvero fatto le cose alla grande, sfornando una tracklist che riduce in cenere quelle dei due precedenti full-length! Se, infatti, sia “Velvet Noise” che “Confusion Bay” erano dei dischi alfieri di tanto fumo e poca sostanza, lo stesso non si può assolutamente dire di “Death Pop Romance”, il quale si rivela sin dalle primissime note un platter sbalorditivo, pieno zeppo di brani stupendi, perfettamente in grado di competere (e magari dominare) il mercato internazionale, così saturo di gruppi dediti a questo genere ma poco incisivi a livello di songwriting. I ragazzi danesi sono riusciti finalmente a raggiungere l’obiettivo: comporre un disco che fosse accattivante ed ispirato dal primo all’ultimo riff… senza punti deboli, senza cali di tensione o passaggi a vuoto. Lo stile è rimasto praticamente immutato rispetto a “Confusion Bay”, ma “Death Pop Romance” – come dicevamo – ha dalla sua le canzoni. “This Legend Forever”, “The Curse Of Bravery” o “Live The Myth” sono quanto di più bello si sia potuto udire in questo ambito negli ultimi tempi e non temiamo perciò di venire smentiti se affermiamo che l’intero album sia uno dei migliori prodotti modern metal di recente pubblicazione. Ritornelli fantastici e commercialissimi, un intreccio di riff aggressivi sempre tenuto a bada da inserti di tastiera azzeccati e di ampio respiro, ritmiche varie e ficcanti… la ricetta non è nuovissima, e, infatti, la biografia non sbaglia citando Fear Factory, Soilwork e In Flames in relazione al nome dei Raunchy. La loro essenza è radicata in questo gruppo, però i nostri questa volta si sono dimostrati assai più coinvolgenti dei loro padri ispiratori. A differenza delle ultime uscite di questi ultimi, non c’è infatti una nota fuori posto in “Death Pop Romance”, ogni episodio è pronto per essere cantato e vi si stamperà in mente sin dal primo ascolto. La produzione, infine, è anch’essa di prim’ordine… e non poteva essere altrimenti, visto che ci hanno messo mano sia Jacob Hansen che Tue Madsen! Che altro dire, dunque? Fate vostro questo lavoro se amate il metal moderno ed orecchiabile… difficilmente ve ne pentirete!

TRACKLIST

  1. This legend forever
  2. Abandon your hope
  3. Phantoms
  4. The curse of bravery
  5. Remembrance
  6. Live the myth
  7. City of hurt
  8. Persistence
  9. The velvet remains
  10. Farewell to devotion
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.