RAZOREATER – Vacuum Of Nihil

Pubblicato il 13/01/2016 da
voto
7.0
  • Band: RAZOREATER
  • Durata: 00:12:00
  • Disponibile dal: 13/01/2016
  • Etichetta: Wooaaargh
  • Distributore:

Spotify:

Apple Music:

Sonorità hardcore/grind lasciate a macerare in una pozza di death metal slabbrato e ruvidissimo, influenzato dalle gesta dei maestri Entombed e dal contenuto di dischi come “Left Hand Path” e “Wolverine Blues”. Dov’è la novità in una simile proposta? Specie di questi tempi, con gentaglia del calibro di Trap Them, Nails e Harm’s Way sempre più sulla cresta dell’onda e intenta a demolire i palchi di mezzo mondo? Da nessuna parte, ovviamente, e una volta tanto va bene così. Già, perchè quando i brani funzionano, anche se derivativi o in odore di moda del momento, non c’è discorso che tenga. Si preme il tasto ‘play’ e ci si lascia travolgere dal flusso limaccioso scaturito dalle casse, senza badare al resto e senza avere idea di dove si andrà a sbattere poi. E’ il caso degli inglesi Razoreater, che grazie a questo “Vacuum Of Nihil” mettono a segno il primo vero colpo da KO del 2016, imponendosi nel giro di un quarto d’ora scarso per la loro furia belluina e per l’effettiva qualità del loro songwriting, conglomerato di rasoiate brucianti e rallentamenti distruttivi che i fan della suddetta corrente farebbero bene a non ignorare. I Nostri, a dirla tutta, non sono esattamente una realtà di primo pelo – essendosi fatti le ossa negli squat di mezza Gran Bretagna e vantando una discografia di uscite-lampo già più che discreta – e basta l’attacco dell’opener “Nailbombed” per accorgersene: le chitarre fendono l’aria senza pietà, crude e distorte fino all’inverosimile, la sezione ritmica si prodiga in una serie di blast-beat terremotanti, seguiti a ruota da stacchi e ripartenze che ne amplificano l’effetto bombastico, mentre la voce, improntata su tonalità lancinanti, graffia come carta vetrata, richiamando la sensazione di disprezzo percepibile nei vari “Abandon All Life” e “Seizures In Barren Praise”. Un’autentica manata (la prima di altre quattro) che non guarda in faccia a nessuno in termini di negatività, ignoranza e dinamismo, manifesto di un EP da consumare a ripetizione nei mesi a venire. Bella scoperta.

TRACKLIST

  1. Nailbombed
  2. I, Dreadnought
  3. Bloodeagled
  4. Wrath
  5. Filth Scheming, Shrill Screaming
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.