RED APOLLO – Altruist

Pubblicato il 14/06/2015 da
voto
7.0
  • Band: RED APOLLO
  • Durata: 00:57:26
  • Disponibile dal: 27/03/2015
  • Etichetta:
  • Alerta Antifascista

Spotify:

Apple Music:

I Red Apollo sono il classico gruppo “ibrido” dei giorni nostri: una band partita da suoni “post” metal/hardcore che ad un tratto ha scoperto il fascino e la duttilità di certe soluzioni extreme metal – black in particolare. Dopo una serena gestazione di tre anni, interrotta solo dalla pubblicazione di un paio di split, i ragazzi tedeschi pubblicano sempre su Alerta Antifascista questo loro secondo album, successore dell’apprezzato “Marche Funèbre”. Il suono forgiato nel triennale processo creativo ha assunto una forma distinguibile, seppur faccia trasparire abbastanza limpidamente le influenze primarie: i Red Apollo provengono dallo stessa pianeta dei connazionali ed ex compagni di etichetta Downfall Of Gaia, ma, a differenza di questi ultimi, cercano di confezionare brani più compatti e diretti, evitando di cimentarsi in suite dallo sviluppo imponderabile. Dichiarata ispirazione sono poi gli Isis, maestri del genere di partenza, dai quali mutuano soprattutto la corposità delle parti cadenzate e la vena melodica negli arpeggi. Le composizioni sono generalmente composte da un susseguirsi di flussi e riflussi che traghettano sensatamente da una sezione all’altra: gli elementi “post” e quelli di matrice black metal vengono mescolati regolarmente, finendo per donare alla tracklist una piacevole varietà a livello ritmico. Rispetto al materiale targato Downfall Of Gaia si percepisce tuttavia una vaga latitanza di incisività: la band ha curato molto bene i suoni e ogni episodio poggia senz’altro su strutture logiche e concrete, ma a tratti sembra mancare il cosiddetto colpo di classe… quel riff o quella melodia in grado di imprimersi subito in mente. La parte centrale, in ogni caso, riesce a regalare qualche momento sopraffino: la title track, “The Slaving Eyes” e “Dissociative”, grazie a delle melodie più immediate, si configurano come l’apice qualitativo di un disco torbido ed introverso. A dispetto del taglio pieno ed aggressivo della produzione, i Red Apollo di “Altruist” preferiscono circuire l’ascoltatore piuttosto che affrontarlo apertamente: qualcuno magari potrà trovarli un po’ freddi, ma siamo comunque dell’idea che i grandi appassionati delle nuove tendenze “post” non faticheranno a scovare dei punti di interesse nella loro proposta. Di certo siamo al cospetto di una band competente.

TRACKLIST

  1. Prurience
  2. Lovegazers
  3. Sacrificing Permanence
  4. Our Lucid Dreams
  5. Altruist
  6. The Slaving Eyes
  7. Dissociative
  8. Aphrodythian Loss
  9. Heaven's Street
  10. Remnants Of A Blazing Sun
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.