REPULSIONE – Desecrating

Pubblicato il 26/02/2018 da
voto
6.5
  • Band: REPULSIONE
  • Durata: 00:31:00
  • Disponibile dal: 09/03/2018
  • Etichetta: Wooaaargh
  • Distributore:

L’omaggio alla storica band del Michigan nel monicker di questo terzetto non può essere un caso. Attivi dal lontano 2003, i Repulsione appartengono infatti al sempre vivido e florido circuito grind emiliano, e pur offrendo una rilettura più schizofrenica del genere di partenza si muovono chiaramente sullo stesso terreno di gioco, tra vagonate di ignoranza e un’urgenza espressiva pressoché palpabile. “Desecrating” è la terza prova in studio per i Nostri, tralasciando ovviamente demo, split e uscite minori, e nella sua mezz’ora di durata non manca mai di ricordare all’ascoltatore in che razza di contesto può essere nata una simile proposta, con immagini di bassifondi, sporcizia e violenza urbana a materializzarsi davanti agli occhi non appena il primo riff di “The Eternal Darkness of an Usefull Skull” comincia a farsi largo attraverso le casse, prontamente seguito da un intero corollario di soluzioni esasperate e parossistiche. Un suono che deve tanto, se non tutto, al catalogo di band come Insect Warfare, Phobia e primi Wormrot, giocato su linee vocali lancinanti (si passa dal growling più marcio e gutturale allo screaming perfora-timpani) e su un comparto strumentale che non conosce il significato del termine ‘resa’. Impressionanti le scariche di blast beat, a dir poco feroce e violento il guitar work, per un risultato finale che antepone l’impatto a qualsiasi parvenza di raziocinio e che sembra nato per essere riproposto fra le pareti di uno squat. Spiace solo che un songwriting come questo, derivativo ma tutto sommato coinvolgente, sia penalizzato da una resa sonora ai limiti della decenza, con il rullante di batteria posto fin troppo in evidenza e la chitarra priva di qualsiasi spessore e profondità. Capiamo l’intento dei Repulsione di apparire spontanei e lo-fi, restituendo magari la veridicità di un live in una location precaria, ma un minimo di accortezza avrebbe sicuramente garantito a brani come la suddetta “The Eternal…”, “Sacrifice”, “Junkyard Dog” o “Resistance” una resa ancora più efficace e devastante.

TRACKLIST

  1. The Eternal Darkness of an Usefull Skull
  2. Vomero
  3. Desecrating
  4. Sacrifice
  5. Junkyard Dog
  6. Resistance
  7. An Infamous Beast
  8. Last Man Standing
  9. 1985
  10. Arbeit Macht Nicht Frei
  11. Union
  12. Selfish (Comrades)
  13. Maggio Rosso Sangue
  14. Emptiness
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.