ROB ZOMBIE – Spookshow International Live

Pubblicato il 20/04/2015 da
voto
6.5
  • Band: ROB ZOMBIE
  • Durata: 01.19.45
  • Disponibile dal: 12/02/2015
  • Etichetta: Universal Music Enterprises
  • Distributore:

Dopo la pubblicazione del primo live DVD “The Zombie Horror Picture Show” nel 2014, corredato dall’ottimo photo book a cura di Rob Fenn, arriva nei negozi “Spookshow International Live”, un album dal vivo che raccoglie svariate esibizioni tratte dal tour del recente “Venomous Rat Regeneration Vendor” di Rob Zombie. Lo sticker recita “100% live, no overdubs, no fixes, no fake crowd”: la maniera migliore di presentarsi per l’occasione. Non possiamo verificare la veridicità delle affermazioni, quel che possiamo dire è che ascoltando la raccolta appare evidente l’eccellente stato di salute in cui versa l’artista. Dopo anni passati dietro la macchina da presa Rob Zombie pare aver ritrovato la gioia del tour, forse grazie all’azzeccato ultimo capitolo discografico e sicuramente per merito dei compagni John 5, Piggy D e Ginger Fish, senza dubbi la migliore incarnazione della propria backing band. La tracklist è abbondantissima, e supera di almeno 4 brani la durata del concerto regolare. Non possono mancare alcuni brani dei White Zombie (“More Human Than Human”, “Thunderkiss ’65”) assieme a un paio di cover (“Blitzkrieg Bop”, “We’re An American Band”), per il resto, a parte un assolo di batteria ancor più trascurabile da registrato, è tutta farina dal sacco di una carriera solista di successo. E’ proprio la setlist esagerata a venire in soccorso ad un genio della teatralità orfano della componente visuale, salvando parzialmente il risultato di una sfida quasi impossibile. Si poteva fare di meglio? Probabilmente la risposta è no, ma per assaporare appieno l’essenza di uno dei migliori esponenti dello shock rock contemporaneo non si può davvero fare a meno dell’incredibile, spettacolare, unico stage show firmato Rob Zombie.

TRACKLIST

  1. Teenage Nosferatu Pussy
  2. Superbeast
  3. Living Dead Girl
  4. Dead City Radio
  5. Drum Solo
  6. More Human Than Human
  7. Sick Bubblegum
  8. House of 1000 Corpses
  9. Meet the Creeper
  10. Never Gonna Stop
  11. Blitzkrieg Bop
  12. Thunder Kiss ‘65
  13. Jesus Frankenstein
  14. Were An American Band
  15. Dragula
  16. Demonoid Phenomenon
  17. Pussy Liquor
  18. Demon Speeding
  19. Ging Gang Gong De Do Gong De Laga Raga
6 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.