RUMATERA – My Crew

Pubblicato il 29/10/2009 da
voto
6.5
  • Band: RUMATERA
  • Durata: 00:31:12
  • Disponibile dal: /09/2009
  • Etichetta:
  • Distributore:

Avete presente quei video in cui i pischelli di turno si trovano a suonare circondati da strappone da paura sullo sfondo di una piscina hollywoodiana o di un college californiano? Ecco, immaginate di sostituire alle assolate spiagge di Orange County le più nebbiose pianure di Bassano del Grappa o Pieve di Cadore, alle iper-vitaminizzate cheerleaders qualche più verace sguinza nostrana, ai cocktail colorati un paio di bicchierini di grappa, ed avrete così ottenuto l’ideale set per un clip dei nostrani Rumatera, quartetto veneto dedito ad una rivisitazione del college-rock americano in chiave nostrana. Musicalmente parlando, infatti, i nostri si muovono su territori già battuti da centinaia di band d’oltreoceno (Lit, Zebrahead, Blink-182, Fenix-Tx, Bowling For Soup, vecchi Green Day e Sum 41) e anche a livello lirico i temi trattati non si discostano di una virgola dal filone demenziale ormai sdoganato anche nel Bel Paese – senza scomodare i seminali Skiantos o i geniali Elio e le Storie Tese, pensiamo a gruppi più recenti come i Gemboy e i Prophilax – se non fosse per la particolarità del cantato in dialetto veneto. Conquistata una certa notorietà in ambito regionale, i nostri sentono però il bisogno di allargare il proprio raggio d’azione al resto dell’Italia e del mondo, ed è così che prende vita questo "My Crew", ri-registrazione del debut album omonimo tradotto però in inglese. Il risultato è un disco senza dubbio piacevole all’ascolto, vista l’indubbia capacità dei nostri di maneggiare la materia di cui sopra, ma depurato in toto di quel fascino folkloristico – eufemismo per descrivere la differenza tra "Whiskey Bar" e "Morti de Fica" – che rendeva unica la versione originale, arrichita anche da gustosi intermezzi cabarettistici ed ospitate di lusso. Insomma, come colonna sonora per i vostri ragguardevoli sabati sera a caccia di polle questo "My Crew" potrebbe rivelarsi una scelta adatta, ma il consiglio, se avete un amico residente o transitante in Veneto, è quello di recuperare il self-titled, i cui fortunati possessori possono aggiungere un punto al voto sotto riportato.

TRACKLIST

  1. My Crew
  2. We Want Party Girls
  3. I Miss You
  4. Gimme a Reason
  5. Gay On Party Time
  6. Whiskey Bar
  7. Very First Date
  8. Sing This Song
  9. Dotting
  10. Written In My Eyes
  11. Another Can
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.