RUNNING WILD – Pieces Of Eight: The Singles, Live and Rare 1984 – 1994

Pubblicato il 04/12/2018 da
voto
7.0
  • Band: RUNNING WILD
  • Durata: 03:40:00
  • Disponibile dal:
  • Etichetta: Noise records
  • Distributore: BMG

In un periodo in cui il vinile sta vivendo una sorta di seconda giovinezza, i Running Wild pubblicano un ricco cofanetto con il loro live più storico, una raccolta e una serie di singoli in CD. “Pieces Of Eight”, questo il titolo dell’opera, include infatti il glorioso “Ready For Boarding”, album dal vivo che uscì nel 1988 e che ora viene rispolverato in una versione estesa in 2LP che comprende sia il live originario, registrato a Monaco nel 1987 durante il tour di “Under Jolly Roger”, sia quello registrato a Dusseldorf due anni dopo, ossia dopo l’uscita del capolavoro “Death Or Glory”, e finora disponibile solo in videocassetta. Due live album che i più accaniti fan della band conoscono, ma che non è detto posseggano, data la loro non facile reperibilità negli ultimi anni nei circuiti di vendita più abituali. Ad accompagnarli anche la raccolta in CD “The First Years Of Piracy”, edita nel 1991 e contenente i classici dei primi album dei Running Wild riregistrati con la formazione di “Blazon Stone”. Presenti infine anche tutti i singoli ed EP che il gruppo di Rolf Kasparek ha pubblicato sotto Noise Records, ossia “Victims Of The States Of Power” del 1984, “Bad To The Bone” e “Wild Animal” del 1989, “Little Big Horn” del 1991, “Lead Or Gold” del 1992 e “The Privateer” del 1994, ovviamente tutti corredati di bonus track che probabilmente chi ha acquistato le versioni rimasterizzate ed estese dei primi otto album della band, già possiederà. Come contorno di un piatto già piuttosto succulento, troviamo un poster 90x60cm della band in formazione classica con Rock ‘n’ Rolf, Ian Finlay, Jens Becker e Majk Moti, più una moneta in metallo marchiata Running Wild. Un prodotto senza dubbio dedicato ai collezionisti, ma che può anche fare gola a chi ancora non possiede il sopra citato live e la raccolta “The First Years Of Piracy” e non disdegna anche qualche rarità.

TRACKLIST

  1. Victim Of States Power (Victim Of States Power CD EP - 1984)
  2. Walpurgis Night
  3. Satan
  4. Bad To The Bone (Bad To The Bone CD EP - 1989)
  5. The Battle Of Waterloo
  6. March On
  7. Wild Animal (Wild Animal CD EP - 1989)
  8. Chains & Leather
  9. Tear Down The Walls
  10. Störtebeker
  11. Little Big Horn (Little Big Horn CD EP (1991)
  12. Billy The Kid
  13. Genocide
  14. Lead Or Gold (Lead Or Gold CD EP (1992)
  15. Hanged, Drawn And Quartered
  16. Win Or Be Drowned
  17. The Privateer (The Privateer CD EP (1994)
  18. Dancing On A Minefield
  19. Poisoned Blood
  20. Under Jolly Roger (The First Years Of Piracy CD album - 1991)
  21. Branded And Exiled
  22. Soldiers Of Hell
  23. Raise Your Fist
  24. Walpurgis Night
  25. Fight The Oppression
  26. Marching To Die
  27. Raw Ride
  28. Diamonds Of The Black Chest
  29. Prisoner Of Our Time
  30. Hymn Of Long John Silver (Ready For Boarding - disc 1 – Live In Munich, Nov 1987)
  31. Under Jolly Roger
  32. Genghis Khan
  33. Raise Your Fist
  34. Purgatory
  35. Mordor
  36. Diabolic Force
  37. Raw Ride
  38. Adrian (S.O.S.)
  39. Prisoner Of Our Time
  40. Intro (Ready For Boarding - disc 2 – Live in Düsseldorf, Oct 1989)
  41. Riding The Storm
  42. Bad To The Bone
  43. Raw Ride
  44. Raging Fire
  45. Tortuga Bay
  46. Uaschtschun
  47. Bass Solo
  48. Conquistadores
  49. Prisoner Of Our Time
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.