RUSTLESS – Start From The Past

Pubblicato il 23/08/2008 da
voto
7.0
  • Band: RUSTLESS
  • Durata: 00:57:46
  • Disponibile dal: 23/05/2008
  • Etichetta:
  • Distributore:

I metaller over trenta (o forse più…) si ricorderanno sicuramente dei Vanadium, prima band heavy metal made in Italy fondata nel lontano 1979 dal chitarrista Stefano Tessarin, in un’epoca in cui la musica estrema non aveva ancora contagiato la nostra penisola; la band milanese però contribuì non poco allo sviluppo del genere in Italia ed a testimonianza di ciò vi sono i due studio album di maggior successo della band, “Metal Rock” e “Game Over”, che godettero di ottime vendite visto il genere ed il periodo, ma anche un live “On Streets Of Danger” registrato oltralpe e considerato il primo live album italiano dell’heavy metal. Poi la band andò incontro ad un periodo di crisi, complice il fallimento dell’etichetta che li produceva, sino ad arrivare allo scioglimento del gruppo; il controverso singer Pino Scotto ha intrapreso, con alterne fortune, una carriera solista (inframezzata da una inutile reunion) mentre Lio Mascheroni, Ruggero Zanolini e lo stesso Tessarin hanno dato vita a questo nuovo progetto dal nome emblematico: Rustless; nella nuova avventura si sono imbarcati anche il bassista Marcello Suzzani ed il duo canoro Elisa Stefanoni e Roberto Zari. Non c’è che dire: il nome del progetto rispecchia nel migliore dei modi la rinnovata verve musicale del combo nostrano; partendo dalle sonorità di un passato che a loro ha regalato molte soddisfazioni, il titolo dell’album ne è una chiara citazione, i nostri ci consegnano una release di ben quattordici canzoni (otto inediti e sei successi dei Vanadium opportunamente rivisitati) caratterizzate da un heavy metal di chiara matrice ottantiana, condito da influenze gotiche e articolato dall’utilizzo delle due voci che ben si sposa con la proposta della band. Difficile scegliere una canzone piuttosto che un’altra, la release è molto omogenea e rispecchia nel migliore dei modi il sound tipico dei Vanadium, naturalmente aggiornato e riproposto su supporto digitale; un’occasione per i vecchi fan della band di poter ascoltare alcuni brani inediti ma con il marchio a fuoco dei Vanadium, oltre alla possibilità di avere alcuni dei più grandi successi della band milanese su compact disc, visto che i master andarono perduti ed esistevano solo copie su nastro o su vinile. Naturalmente c’è anche la possibilità per i più giovani di conoscere una band che all’inizio degli anni Ottanta riuscì a ritagliarsi un importante spazio nel mondo metallaro e che ora si ripropone più in forma che mai; un esempio di come ci si può rinnovare in maniera valida ed intelligente, rimanendo fedeli al proprio sound ma soprattutto senza cadere nell’ovvio e nello scontato.

TRACKLIST

  1. It's The Three Of Us Left
  2. Vanadium
  3. Sand Of Times
  4. Second Chance
  5. Renegade
  6. Red Lust
  7. Rustless
  8. No Way Out
  9. I Was Born To Rock
  10. Still Got Time
  11. Easy Way To Love
  12. I Gotta Clash With You
  13. War Trains
  14. Warriors
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.