SABATON – World War Live – Battle Of The Baltic Sea

Pubblicato il 28/10/2011 da
voto
7.0
  • Band: SABATON
  • Durata: 02:21:53
  • Disponibile dal: 05/08/2011
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Warner Bros

I Sabaton sono uno dei fenomeni più sorprendenti della scena power metal. Un gruppo che non ha molto da dire dal punto di vista tecnico e nemmeno dotato di chissà quale estro artistico, ma che contro ogni pronostico un po’ alla volta, anche grazie alla propria simpatica attitudine, sta conquistando il terreno perso da altri illustri colleghi nonchè ispiratori quali ad esempio i tedeschi Grave Digger. Fautori di un power roccioso ricco di ritornelli immediatissimi dai cori epici e battaglieri, melodici inserti di tastiera e con il vocione cavernicolo del cantante Joakim Brodèn ad interpretare tematiche basate in buona parte su eventi legati alle guerre mondiali, i sei ragazzi svedesi stanno raggiungendo un successo che nemmeno loro si aspettavano, soprattutto nell’Europa del Nord e dell’Est, terre in cui la band spesso fa registrare il tutto esaurito ai propri show. “World War Live – Battle Of The Baltic Sea” è il coronamento di questo successo ed è stato in parte registrato in occasione della Sabaton Cruise, una crociera sul Mar Baltico alla quale hanno preso parte 1500 fan e altre quattro band. Un live che raccoglie la speciale atmosfera di quell’evento e all’apparenza non si avvale di troppi ritocchi in studio, visto che la prestazione della band non è esente da errori. Anche grazie all'”originalità” del prodotto e a dei suoni nonostante ciò più che validi, la resa complessiva è buona. La prova di Brodèn è discreta nel corso di tutto il set e la scaletta offre una buona selezione di brani con prevalenza di mid tempo marziali e dal notevole tiro come “Ghost Division”, “Cliffs Of Gallipoli”, “The Art Of War” e qualche assalto in doppia cassa come “Attero Dominatus” o l’inarrestabile “40:01”. Ottima la partecipazione della platea, alla quale purtroppo per noi il cantante si rivolge prevalentemente in svedese e solo sporadicamente in inglese, facendo così in parte scemare il coinvolgimento dell’ascoltatore. Questo il limite principale di un lavoro adatto sicuramente ai fan del gruppo ma che si fa apprezzare anche come biglietto da visita per chi non conosce la band. Il consiglio è quello di recuperare la più completa versione speciale in doppio CD, in cui è presente anche un secondo disco con diversi brani non presenti sul primo CD registrati in varie location europee (Italia esclusa) nel corso del tour del 2010 e un bonus DVD con sezione live allo svedese Rockstad 2008 e videoclip.

TRACKLIST

  1. The March to War (Intro)
  2. Ghost Division
  3. Uprising
  4. Aces in Exile
  5. Cliffs of Gallipoli
  6. White Death
  7. Swedish Pagans
  8. Wolfpack
  9. 40:1
  10. The Art of War
  11. Attero Dominatus
  12. The Price of a Mile
  13. Primo Victoria
  14. Metal Medley
  15. Dead Soldiers Waltz (Outro)
  16. Screaming Eagles (CD 2 )
  17. Coat of Arms
  18. Into the Fire
  19. Talvisota
  20. Final Solution
  21. Back in Control
  22. Panzerkampf
  23. 7734
  24. Hellrider
  25. Panzer Battalion
  26. Rise of Evil
  27. 40:1
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.