SAVIOURS – Palace Of Vision

Pubblicato il 20/11/2015 da
voto
7.0
  • Band: SAVIOURS
  • Durata: 00:42:43
  • Disponibile dal: 30/10/2015
  • Etichetta: Listenable Records
  • Distributore: Audioglobe

Davvero difficile essere obiettivi con una band come i Saviours, così come lo è essere del tutto imparziali ascoltando un disco come “Palace Of Vision”, quinta uscita per l’act californiano attivo dal 2004. Sì, perché, con la sua tracklist che viaggia tra doom e NWOBHM, quest’album sembra arrivarci direttamente dagli anni ’80, così come chiaramente del periodo è il riffing puramente heavy e l’atteggiamento irriverente di chi si affacciava sulle scene all’inizio di quell’epoca che vide nascere gente come Iron Maiden, Judas Priest, Motorhead, Mercyful Fate e via metallando; e questi sono anche (in parte) i nomi che ci tornano alla mente ascoltando “Palace Of Vision”, e fin qui nulla di male… anzi, avercene. Il problema però, se di problema si può parlare, è per l’appunto che pur nella sua personalità (perché ci vuole carattere, oltre che sfrontatezza, per suonare e pubblicare un lavoro di questo tipo nel 2015) l’opera risulta difficilmente riconoscibile nell’oceano di uscite di genere, e di certo non si può dire che i nove brani che la compongono brillino per l’originalità del songwriting. Passando però al mero ascolto, per contro, non ci possiamo assolutamente lamentare: del dannato heavy metal onesto, sporco e sudato, ben suonato ed urlato in faccia all’ascoltatore con brani taglienti e precisi che non nascondono, come detto, reminiscenze sabbathiane e chitarre che sembrano uscire da “Killers” dei Maiden. Pezzi come “Devil’s Crown”, “Burning Shrine” o la opener “The Mountain” sono scariche di pura adrenalina, mentre ci si abbandona a sonorità più oscure con la title track, la sfacciata “The Seeker” o con l’incedere marziale di “Cursed Night”. Quest’album non passerà di certo alla storia, e sebbene i Saviours dopo questa pubblicazione non diventeranno i nuovi alfieri di un ‘vecchio’ heavy metal, ben dovrebbero essere accolti da ogni cuore borchiato che si rispetti. Grazie alla passione palpabile che traspare dalle sue note, “Palace Of Vision” si fa ascoltare fino alla fine regalando gustosi momenti di sano intrattenimento metallico e rischiando anche di tornare nei lettori CD più di una volta. E questa, riteniamo, proprio non può essere una cosa negativa.

TRACKLIST

  1. The Mountain
  2. Flesh Of Fire
  3. Devil's Crown
  4. Palace Of Vision
  5. Burning Shrine
  6. Hell's Floor
  7. The Beast Remains
  8. Cursed Night
  9. The Seeker
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.