SCAR SYMMETRY – The Singularity (Phase 1 – Neohumanity)

Pubblicato il 14/10/2014 da
voto
8.0
  • Band: SCAR SYMMETRY
  • Durata: 00:51:13
  • Disponibile dal: 06/10/2014
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Warner Bros

Tre anni fa gli Scar Symmetry con “The Unseen Empire” hanno realizzato uno dei dischi più importanti della loro carriera, fresco musicalmente e dalle tematiche oscure ed esoteriche, molto care ai cosiddetti complottisti. Il nuovo “The Singularity (Phase 1 – Neohumanity)” è invece il primo capitolo di una trilogia in cui si parla di tecnologia, di intelligenza artificiale che porterà l’umanità ad una sorta di armageddon futuro. Oggi più che mai la formazione svedese ha saputo forgiare un sound fatto di death metal e melodie, di clean vocals e growl che rendono davvero piacevoli i nuovi brani. Le parti di chitarra su “Neohuman” e “Cryonic Harvest” mettono in luce il gran lavoro svolto da Per Nilsson, musicista di grande gusto e abilità. Anche l’accoppiata vincente Robert Karlsson/Lars Palmqvist si rivela elemento fondamentale per il successo di questo disco, il loro intreccio di voci pulite e growl, fatto sempre al momento giusto, dona ai brani grande dinamicità e spessore. Gli Scar Symmetry propongono death metal melodico classico che viaggia insieme ad heavy metal moderno, l’impronta svedese si sente eccome, non scadono mai nella commercialità, ma possiedono comunque grandi potenzialità per far breccia nelle radio. Addirittura troviamo richiami ad un sacco di band heavy/progressive di ultima generazione. “The Spiral Timeshift” per l’appunto potrebbe diventare un singolo di grande successo grazie alla sua componente catchy che non scade mai nel commerciale; non escludiamo nemmeno che possa piacere ai fan statunitensi, vista la sua modernità e la produzione dal retrogusto americano. “Neuromancers”, a dispetto delle strofe death e tirate, possiede un refrain corale che ci ricorda i Symphony X di “V”. Ciò che importa è che su “The Singularity (Phase 1 – Neohumanity)” non ci sono riempitivi, ogni brano possiede personalità e potenziale, ma soprattutto non ci si annoia mai, nemmeno con la lunghissima “Technocalyptic Cybergeddon” e i suoi oltre dieci minuti di durata. Gli Scar Symmetry confermano il loro ottimo stato di salute, la lunga attesa è stata ampiamente ripagata con un disco di grandissimo valore.

TRACKLIST

  1. The Shape Of Things To Come
  2. Neohuman
  3. Limits To Infinity
  4. Cryonic Harvest
  5. The Spiral Timeshift
  6. Children Of The Integrated Circuit
  7. Neuromancers
  8. Technocalyptic Cybergeddon
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.