SCARLET MY LADY – Path To Awakening

Pubblicato il 03/03/2019 da
voto
6.5
  • Band: SCARLET MY LADY
  • Durata: 00:33:29
  • Disponibile dal: 15/02/2019
  • Etichetta:
  • Distributore:

Streaming:

Un artwork delicato dal gusto fantasy ci presenta questo quintetto originario del novarese alla prima prova su disco, gli Scarlet My Lady. La band nasce dalle ceneri di un’altra realtà locale, i Fifth Law, provando a rimettersi in gioco data la parentesi non fortunatissima, rimescolando le carte in tavola. Il motore trainante di questi piemontesi è senz’ombra di dubbio la giovane e talentuosa vocalist Lisa Masi, la quale mantiene costantemente una posizione di primo piano nel corso di questo lavoro, saltando di registro in registro, senza quasi mai sbavare. Il sound dei Nostri ricorda molto da vicino i compagni di regione Temperance degli inizi, soprattutto negli episodi a doppia voce maschile/femminile, anche se si possono riconoscere certe divagazioni progressive/gothic dei primi The Gathering dei tempi di “Mandylion”, anche se i Nostri si muovono su territori più easy ed immediati. Un’altra freccia all’arco degli Scarlet My Lady è il guitar work, ad opera dei sempre solidi Manuel e Mattia, che riescono a tessere degli arrangiamenti melodici ed ispirati, ma comunque ruvidi quanto basta, sciorinando riff anche molto convincenti in certi episodi, come ad esempio l’incalzare a tutto groove di “Wasted Mind”, oppure il sapore heavy old-school di “No Place Like Home” e, su tutte, lo splendido singolo “Your Hero”, sicuramente il pezzo più catcy di questo “Path To Awakening”.
Non è tutto rose e fiori però, dato che la proposta della band ha la tendenza, probabilmente data dall’inesperienza nella composizione dei ragazzi, a suonare poco ispirata nella resa finale dei pezzi, in alcuni episodi, risultando leggermente moscia ed ancora acerba, non facendo capire bene all’ascoltatore da che parte si vuole andare. Un’altra nota stonata è data dalla produzione, che inficia la resa finale del prodotto a causa di una regolazione dei volumi non ottimale, cosa che si nota maggiormente quando strumenti e voce suonano all’unisono, il che potrebbe costituire una notevole zavorra per il successo dei Nostri, considerato che siamo ormai nell’anno del Signore 2019, e che la concorrenza del mercato è feroce.
Non ci sentiamo comunque di scoraggiare questi ragazzi, che sono riusciti a fare bene nel complesso, e che siamo sicuri riusciranno col tempo a trovare il bandolo della matassa, a patto di riuscire a svilupparsi organicamente e a limare certe evidenti asperità. Indi per cui, rotonda promozione per i giovani piemontesi, con l’augurio di un fortunato futuro.

TRACKLIST

  1. The Maze
  2. Circle
  3. Vesper
  4. Wasted Mind
  5. Ocean's Fury
  6. Your Hero
  7. No Place Like Home
  8. The End
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.