SCOUR – Red

Pubblicato il 04/11/2017 da
voto
7.0
  • Band: SCOUR
  • Durata: 00:16:41
  • Disponibile dal: 03/11/2017
  • Etichetta: Housecore Records
  • Distributore:

Per il secondo EP della band di Phil Anselmo e (eccellenti) soci potremmo anche, francamente, invitarvi a leggere quanto scritto in occasione del loro debutto; “Red”, infatti non fa altro che confermare alla grande quanto proposto dai cinque poco più di un anno fa, forse addirittura con più furia e una direzione più quadrata. Pare evidente da questo ritorno come gli Scour non siano, almeno al momento, un esperimento estemporaneo e destinato a scomparire nel cassetto dei ricordi del nerboruto Phil, che a dirla tutta si è dimostrato anche in discreta forma in sede live; questa nuova avventura a tinte black gli è confacente, e il supporto delle due asce Fraser ed Engemann e della mostruosa sezione ritmica dei fratelli Jarvis (entrambi nei Pig Destroyer) dà vita a sei brani al fulmicotone dove tutto funziona a meraviglia. Dalla cadenza black-core della title-track, passando per gli episodi più glaciali e figli dell’eterno amore per la second wave norvegese, in primis “Bleak”, in cui il lavoro alle chitarre ha un gusto retrò notevole e la trasformazione dal midtempo iniziale all’assalto all’arma bianca nel corso del brano è notevole; ma vale anche per “Shank” e la violentissima “Barricades”, il cui riffing guarda smaccatamente a quanto proposto dagli Impaled Nazarene. Sugli scudi è poi, sicuramente, la terrificante (in senso buono) “Sentenced”, una traccia strumentale che sprizza amore per i Bathory e per le colonne sonore horror da ogni nota: e nessuna delle due, del resto, è una passione taciuta negli anni da Anselmo. Non manca nemmeno questa volta la tendenza da parte del cantante a un utilizzo quasi straniante, in questo contesto, del growl, cui proprio non sembra saper rinunciare, ma va detto che sono aumentate le parti in scream e che nel complesso la sua timbrica è talmente univoca e personale da non far storcere il naso ai puristi. Complessivamente, se non si tratta di un fuoco di paglia, riteniamo che ci si possa attendere grandi cose, quando e se gli Scour decideranno di pubblicare un full-length; per ora è proprio la scarsa durata di questa seconda prova a limitare un po’ il voto, pronti ad applausi a scena aperta se la qualità resterà questa.

TRACKLIST

  1. Red
  2. Piles
  3. Bleak
  4. Barricade
  5. Sentenced
  6. Shank
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.