SEA MOSQUITO – Fire, Magic & Venom

Pubblicato il 06/07/2021 da
voto
7.5
  • Band: SEA MOSQUITO
  • Durata: 00:22:53
  • Disponibile dal: 05/03/2021
  • Etichetta:
  • Onism Productions

Spotify:

Apple Music:

Davanti ad una finestra sconosciuta, dai vetri appannati, ci si interroga su cosa possa nascondersi al di là dell’ignoto. Un sottile vetro trasparente divide due realtà apparentemente vicine ma estremamente distanti tra loro. È l’alito sulfureo di una creatura indefinita ad aprire un varco visivo e sonoro su un mondo onirico, nel quale gli incubi germogliano come fossero fiori. Sea Mosquito è il nome dell’essere misterioso: partorito da due menti britanniche (Fas e Nuun), esso continua a mutare ed evolversi nel corso dei suoi tre anni di vita. Lo sguardo uditivo, al di là del vetro, riflette un mondo lovecraftiano incatenato ad un sound riconducibile agli Oranssi Pazuzu, nel quale il black metal viene intinto nell’acido rilasciando vapori psichedelici. “Fire, Magic & Venom” è il quinto EP di una band a cui piace rimanere nell’ombra, scovata dal fascio di luce della giovane Onism Productions che, senza indugi, li ha accolti nel suo elegante ed insolito castello. Con una sola traccia di ventitré minuti, i Nostri sbalordiscono l’ascoltatore che resta ammaliato da una realtà sonora camaleontica in continuo fermento: un vibrante crescendo ritmico avanza lentamente, come un’onda che accarezza la spiaggia, in un vortice meditativo dal quale sorge una voce gutturale circondata da nubi luccicanti, stratificazioni di suoni e versi ultraterreni. L’esplosione black non si fa attendere troppo, ed ecco che l’incubo prende le forme più spaventose che ribollono in blastbeat angoscianti ed urla feroci. Ma nel momento in cui la vita sembra svanire, ci si accorge di sognare, di essere sospesi come funamboli su corde di chitarra che distorcono la realtà trasformando una discesa in un’apatica ascensione. E così si alternano momenti di pura follia ad estratti di coscienza temporanea che equivalgono ad una ritmica colorita, sfumata da intermezzi extrasensoriali in un clima di pura magia. Una cantilena di stampo tibetano zampilla ciclicamente come lava silenziosa lasciandosi sopraffare dal caos metallico, un disordine appagante che annega gradualmente nelle acque buie dell’avant-garde: qui sta l’origine di un ossessionante piacere acustico che culmina nelle note del sassofono di Kevon Scott, l’ospite d’eccezione di questo disco superbo. Non c’è nulla di sbagliato in “Fire, Magic & Venom”, un brano attraente e stimolante, un magnete che potrebbe attirare a sé altri gioielli ma si accontenta del valore della propria unicità.
I Sea Mosquito elaborano un universo sonoro davvero interessante, così ipnotico da indurvi a rompere il vetro di quella finestra: il sottile confine nel quale la musica muta in un sogno allucinogeno.

TRACKLIST

  1. Fire, Magic & Venom
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.