SEAR BLISS – Forsaken Symphony 2009

Pubblicato il 11/07/2009 da
voto
6.0
  • Band: SEAR BLISS
  • Durata: 01:03:22
  • Disponibile dal: 04/04/2009
  • Etichetta:
  • Vic Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music non ancora disponibile

L’ennesima ristampa della VIC Records è l’occasione per ripercorre la carriera di una delle più quotate extreme metal band ungheresi, i Sear Bliss, e vedere quanto questi ragazzi siano riusciti a crescere e a migliorarsi nel corso degli anni. In “Forsaken Symphony”, uscito originariamente nel 2002, non ci troviamo davanti un gruppo di giovani inesperti: i Sear Bliss sono una band che ha già tre full length alle spalle, e questo “Forsaken Symphony” rappresenta molto probabilmente la fine di un periodo di lunga gestazione. La band si è infatti formata nel 1993, e ben presto in seguito esploderà nel buon “Glory And Perdition”, apripista a sua volta dell’ultimo e superbo album del gruppo, “The Arcane Odyssey”, del 2007. Ma torniamo a “Forsaken Symphony”: una release in linea con quanto usciva in quegli anni nel panorama black metal sinfonico, senza che i Sear Bliss brillassero in maniera particolare. Anzi, il loro tenersi nell’ambiguo solco che divide le release pagan metal da quelle puramente sinfoniche del black metal può aver giocato a sfavore della band, anche in questo caso. Troppo poco estremi rispetto all’orda dei gruppi del black metal sinfonico da potersi creare un forte seguito, ma non così tipicamente ‘pagan’ per far breccia nelle schiere di amanti del pagan/viking metal. La musica di questa release, infatti, vive su questo fragile equilibrio, senza mai sbilanciarsi troppo verso una delle due direzioni. La lunghezza del CD è decisamente eccessiva, certamente più di un paio di brani sono surpreflui, mentre non c’è un pezzo che spicchi sugli altri. Certamente in questo album si riescono a sentire alcune potenzialità della band già in essere, ma non ancora sbocciate. Sarà con gli album successivi che progressivamente i Sear Bliss si miglioreranno sino a livelli impensabili. Una release senza infamia e senza lode, ma se ancora non conoscete la band e volete provare un primo contatto, allora il consiglio è quello di iniziare subito con gli album migliori, quelli successivi a questo “Forsaken Symphony”.

TRACKLIST

  1. Last Stand
  2. My Journey To The Stars
  3. She Will Return
  4. The Vanishing
  5. The Forsaken
  6. When Death Comes
  7. Eternal Battlefields
  8. Enthralling Mystery
  9. The Hour Of Burning
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.