SEBASTIAN BACH – Kicking & Screaming

Pubblicato il 12/10/2011 da
voto
6.5
  • Band: SEBASTIAN BACH
  • Durata: 00:51:08
  • Disponibile dal: 29/09/2011
  • Etichetta: Frontiers
  • Distributore: Frontiers

“Scalciando e gridando”, ecco tornare sulle scene Sebastian Bach, indimenticato ex vocalist degli altrettanto indimenticati Skid Row, che a quattro anni di distanza dal buono “Angel Down” ci ripropone nuovamente su full-length la propria personale ed inconfondibile voce. Il prodotto rientra dunque in quella categoria di uscite che potremmo definire come “i dischi degli ex”, ovvero quei lavori solisti realizzati da musicisti amati ed affermati che i casi della vita hanno portato ad allontanarsi dalle rispettive band madri, e che poi cercano di rimanere attaccati con le unghie e con i denti ai brandelli della loro gloria passata. E’ chiaro che queste uscite siano sempre controverse, divise tra il volere di quei fan che richiedono dei remake dei vecchi capolavori (nel caso attuale, “Slave To The Grind”) non rinunciando però all’originalità(?!), e quelli più moderati che invece preferirebbero sentire la vera anima del musicista in questione, anche se le strade percorse hanno magari separato il suono attuale da quello originale che aveva portato l’artista al successo. Non sempre questi “dischi degli ex” colpiscono nel segno, dunque, anche se dobbiamo ammettere che ultimamente stiamo assistendo a diverse uscire soliste di indubbio valore, basti pensare a Slash & friends, e all’ultimo, eccezionale, Sixx AM. Parlando del qui presente “Kicking And Screaming”, invece, possiamo dire che l’album si pone nella fascia di quei dischi bene usciti, che mostrano appieno la voglia di fare del musicista in questione, e pongono l’accento sulla sincerità e sul comporre quindi un album che ne dipinga il volto attuale, aggiornato al 2011, e non quello freezato al 1991 che molti fan vorrebbero. Non inganniamoci o spaventiamoci, alcuni richiami agli Skid Row del periodo “Slave To The Grind” ci sono, ovviamente riscontrabili nello stile vocale e nei frequenti falsetti presenti sui pezzi più potenti; ma in questo disco le canzoni sembrano poggiarsi più su di un hard’n’heavy standard e melodico che sul metal del passato, senza però per questo essere dotato di meno energia rispetto a quanto espresso appunto con gli Skid Row. Se infatti la title-track, o i momenti più spinti come “Dirty Power”, possono in effetti ricordare il passato, i pezzi di chiara matrice hard rock come “As Long As I Got The Music” o le ballad “I’m Alive” e “Dream Forever” la dicono lunga sull’attuale direzione musicale intrapresa dal biondo vocalist. A stupirci più di ogni altra cosa su quest’album, comunque, non risultano essere le canzoni o la voce di Sebastian, ma piuttosto le incredibili doti di Nick Sterling, giovanissimo chitarrista statunitense (solo vent’anni) che su quest’album si è occupato della registrazione di ogni chitarra, dalle ritmiche ai soli, e anche del basso, con risultati davvero soddisfacenti. In definitiva, promuoviamo “Kicking and Screming”, buon album di hard & heavy ad alto contenuto energetico e melodico, in grado di comunicarci senza ombra di dubbio che Sebastian Bach è tornato. “Scalciante ed Urlante”, appunto.

TRACKLIST

  1. Kicking and Screaming
  2. My Own Worst Enemy
  3. TunnelVision
  4. Dance On Your Grave
  5. Caught In A Dream
  6. As Long As I Got The Music
  7. I’m Alive
  8. Dirty Power
  9. Live The Life
  10. Dream Forever
  11. One Good Reason
  12. Lost In The Light
  13. Wishin
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.