SEETHER – Si Vis Pacem Para Bellum

Pubblicato il 26/08/2020 da
voto
7.5
  • Band: SEETHER
  • Durata: 00:51:34
  • Disponibile dal: 28/08/2020
  • Etichetta: Spinefarm
  • Distributore: Universal

Spotify:

Apple Music:

Se vuoi la pace, prepara la guerra. Al netto del piacere nel trovare una locuzione latina in un disco americano, possiamo dire che il detto dei nostri antenati è quanto mai attuale (dal rumore dei nemici di Mourinhana memoria all’ultimo John Wick, restando su temi futili), e anche stavolta l’arsenale ce lo preparano i Seether, tornati sui livelli che più gli competono con gli ultimi due lavori. Se il precedente “Poison The Parish” mostrava i ritrovati muscoli, l’ottava fatica della formazione di origine sudafricana – nel frattempo tornata a quattro elementi con l’ingresso di Corey Lowery, veterano della scena passato dagli Stuck Mojo ai Saint Asonia, senza dimenticare gli Stereomud e i Dark New Day – si muove sulle coordinate più sofferte del post-grunge (complici anche i testi mai così personali di Shaun Morgan), ma proprio per questo è in grado di creare una connessione ancora più profonda con l’ascoltatore. Se pure non manca qualche pezzo più tirato (“Dead And Done”, “Beg”, “Pride Before The Fall”), gli episodi più convincenti sono quelli in cui il frontman sudafricano si mette metaforicamente a nudo come “Liar”, “Dangerous”, “Buried In The Sand” o “Drift Away”, capaci di toccare le giuste corde dell’anima senza risultare posticci né eccessivamente lamentosi (vero Aaron Lewis?). Evitando inutili paragoni con i padri putativi del genere (anche se il giro di basso di “Bruised And Bloodied” fa molto Nirvana), possiamo dire che “Si Vis Pacem Para Bellum” si candida ad un ideale podio nella discografia dei Seether, fungendo da piacevole sottofondo per accompagnare i momenti di solitudine forzata ormai divenuti tipici in questo 2020.

TRACKLIST

  1. Dead And Done
  2. Bruised And Bloodied
  3. Wasteland
  4. Dangerous
  5. Liar
  6. Can’t Go Wrong
  7. Buried In The Sand
  8. Let It Go
  9. Failure
  10. Beg
  11. Drift Away
  12. Pride Before The Fall
  13. Written In Stone
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.