SENTIENT HORROR – Morbid Realms

Pubblicato il 24/11/2019 da
voto
7.0
  • Band: SENTIENT HORROR
  • Durata: 00:41:37
  • Disponibile dal: 29/11/2019
  • Etichetta: Testimony Records
  • Distributore: Audioglobe

Streaming:

La carriera dei Sentient Horror procede regolare, con una nuova pubblicazione ogni anno e mezzo circa e un apprezzamento da parte del pubblico in chiara crescita, nonostante non si possa ancora parlare di vero e proprio hype. “Morbid Realms”, secondo full-length per la formazione statunitense, si allinea alle prove precedenti – il debut album “Ungodly Forms” e l’EP “The Crypts Below” – sia a livello stilistico che attitudinale, confermandosi l’ennesima, efficace immagine di un realtà giovane che si impegna per confezionare delle canzoni energiche e coinvolgenti ispirate alle proprie death metal band preferite. Il pregio massimo del gruppo del New Jersey è infatti quello di riuscire a mantenersi dinamico e orecchiabile lungo tutto lo scorrere dei suoi lavori nonostante l’innegabile impronta tradizionale nel riffing di chitarra e nelle scelte di produzione. Rispetto ad altri discepoli che si ispirano ai soliti Dismember, Entombed e compagnia burbera, i Sentient Horror possono vantare una preparazione tecnica superiore, che li mette nelle condizioni di potere mettere insieme pezzi maggiormente vivaci, dove il cambio di tempo è ricorrente e ben studiato, mentre dei risvolti melodici, degli assoli curatissimi e una vaga facciata easy listening ottengono il risultato di esaltare ulteriormente i momenti in cui il gruppo spinge sul pedale della pura aggressività. Gli Edge Of Sanity o certi spunti dei primi Bloodbath sono ancora una volta adeguati termini di paragone per una proposta che, nel suo essere sempre molto ben arrangiata e suonata, talvolta avrebbe pure le potenzialità per avvicinare qualche ascoltatore non necessariamente fissato con il patrimonio old school. I Sentient Horror, insomma, vanno avanti per la propria strada, insistendo su questa loro versione ‘elegante’ di certo swedish death metal radicato nei primi anni Novanta, non inventando nulla, ma riuscendo a rendere plausibili accostamenti che per alcune formazioni fissate con il cosiddetto ritorno alle origini sarebbero forse un filo azzardati. Brani come “Bound to Madness” o la title track ci ripresentano una band in buonissima forma.

TRACKLIST

  1. Call Of Ancient Gods
  2. Bound To Madness
  3. Sworn To The Dead
  4. Reanimated
  5. Ripped From Hell
  6. Loss Of Existence
  7. Black Wings Of Delirium
  8. Obsessive Killing Disorder
  9. Morbid Realms
  10. Cemetery Slaughter
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.