SEPTICFLESH – The Great Mass

Pubblicato il 26/04/2011 da
voto
8.0
  • Band: SEPTICFLESH
  • Durata: 00:43:35
  • Disponibile dal: 18/04/2011
  • Etichetta: Season Of Mist
  • Distributore: Audioglobe

Facciamo un po’ di campanilismo mediterraneo: dopo due decenni di carriera quasi sempre ai massimi livelli, perché c’è ancora gente che venera a oltranza solo certe realtà scandinave, quando abbiamo in “casa” un gruppo come i Septicflesh? E vi assicuriamo che non stiamo parlando a vanvera. “Oceans Of Grey”, brano posto esattamente nel mezzo di questo settimo full-length del gruppo greco, da solo vale due interi dischi degli ultimi Dimmu Borgir. Per quanto ci riguarda, i Septicflesh sono da tempo una vera istituzione: durante il loro percorso artistico sono stati capaci di diventare una delle band più ispirate e personali che la scena death-black metal europea abbia conosciuto, con dischi colmi di soluzioni e arrangiamenti inusuali e di una particolarissima atmosfera arcana. “The Great Mass” non solo conferma quanto detto fino ad ora sul contenuto musicale delle loro opere, ma pone i nostri all’avanguardia anche sotto il profilo prettamente formale. La resa sonora, infatti, non lascia alcun campo a dubbi: la produzione di “The Great Mass” è sicuramente quella più curata della carriera della band. Se ascoltato con uno stereo decente, il risultato sarà a dir poco maestoso! Ma torniamo alla musica, perchè il songwriting qui messo in mostra non deve assolutamente passare in secondo piano rispetto a questioni “estetiche”. Il disco è una cerimonia di melodie magniloquenti, orchestrazioni, ritmiche e riffing death metal, growling, clean vocals e cori, allestita su strutture notevolmente fluide, che anche nei momenti più barocchi non perdono di vista il concetto di canzone. Forse brani come “The Undead Keep Dreaming” e “Rising” non fanno esattamente gridare al miracolo e nel complesso si sente un po’ la mancanza di quegli spunti etnici propri dei primi album (già dal precedente “Communion” accantonati in favore di un approccio maggiormente orchestrale e imponente), ma il risultato complessivo è comunque così emozionante da offuscare qualsiasi dilemma. Fatevi un favore e ascoltate i Septicflesh: abbiamo bisogno di gruppi così.

TRACKLIST

  1. The Vampire From Nazareth
  2. A Great Mass of Death
  3. Pyramid God
  4. Five-Pointed Star
  5. Oceans of Grey
  6. The Undead Keep Dreaming
  7. Rising
  8. Apocalypse
  9. Mad Architect
  10. Therianthropy
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.