SEPTYCAL GORGE – Erase The Insignificant

Pubblicato il 08/12/2009 da
voto
8.0
  • Band: SEPTYCAL GORGE
  • Durata: 00:30:49
  • Disponibile dal: /12/2009
  • Etichetta: Permeated Records
  • Distributore:
Non si capisce perchè, ma noi italiani abbiamo il vizio di considerarci sempre i più scaltri, i più bravi, ecc, ecc. Poi però, quando si tratta di parlare di ciò che produciamo in campo metal, inspiegabilmente ci muoviamo nella direzione opposta, diventando iper critici verso tutto e tutti, arrivando addirittura a inventare di sana pianta storie per denigrare ulteriormente i gruppi di casa nostra ("I Rhapsody non sanno suonare", "I Lacuna Coil sono famosi perchè Cristina ‘la dà’ in giro…" e via dicendo). Certo, non ci si dovrebbe nemmeno comportare come in Gran Bretagna, la cui stampa musicale (o pseudo tale) è solita sfornare nuovi presunti "hype" a cadenza regolare e idolatrare a prescindere qualsiasi cosa esca dalla terra d’Albione. Diciamo che ci vorrebbe una cosiddetta via di mezzo. Essere obiettivi, in pratica. Perchè è verissimo che l’Italia metal in passato ha partorito valanghe di immondizia – ed è anche capitato che questa sia stata spacciata per "indispensabile" dall’amico/"giornalista" di turno su riviste specializzate e non (altra tipica "italianata") – ma è altrettanto vero che, da qualche tempo a questa parte, la nostra scena ha fatto dei grossi passi in avanti e che, almeno in campo estremo/death metal, questa abbia ormai poco da invidiare a quelle di tanti altri paesi. Basta pensare a quanto fatto di recente dai vari Hour Of Penance, Fleshgod Apocalypse, Illogicist o Vomit The Soul… chi non vorrebbe dei gruppi del genere? E ora alla lista ci sentiamo di aggiungere senza alcuna esitazione i piemontesi Septycal Gorge, che con questo loro nuovo "Erase The Insignificant" hanno sfornato un vero gioiello di death metal brutale e ultra articolato. Dieci brani lungo i quali si diffondono malessere e paranoia, espressi attraverso trame divise fra sfuriate rapidissime, mini-break cadenzati e continui, audaci, stop’n’go all’insegna della tecnica.più pura. Severed Savior, Deeds Of Flesh, primi Decrepit Birth i richiami più frequenti. Death metal di scuola americana, dunque… di quello più contorto e progressivo. Roba che non tutti sono in grado di maneggiare, ma che il quintetto sembra avere nel DNA, considerata la disinvoltura con cui esplode riff uno dopo l’altro, sempre perfettamente concatenati fra loro. Certo, i primi ascolti non sono una passeggiata, dato che la velocità di esecuzione è elevata, le idee in ogni traccia sono tantissime e che i cambi di tempo spesso e volentieri disorientano. Tuttavia, se si ha una certa dimestichezza con il genere, si può poi iniziare poco a poco a districare la matassa e ad apprezzare la grande creatività di questa band, vera fucina di ottimi riff e validissima interprete di un sound tra i più difficili e avvincenti del panorama death metal. Anche la produzione è poi da manuale del genere: corposa, ma non troppo soffocante… perfetta per esaltare i complessi intrecci della band. Che altro aggiungere… i Septycal Gorge avevano già fatto bene nei loro precedenti lavori, ma "Erase The Insignificant" rappresenta la loro definitiva consacrazione. Un altro gruppo italiano destinato a emergere per tecnica, ispirazione e raffinatezza.

TRACKLIST

  1. Deformed Heretic Impalement
  2. Lobotomia
  3. Redneck Slanderous Mutation
  4. Aprioristic Discharge
  5. Forgotten Faces Of Human Prism
  6. Confronting The Dead
  7. Psychotic Redemption
  8. Elegy For The Wretched
  9. Speeches Of Inadequacy
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.