SERPENTIA – Dark Fields Of Pain

Pubblicato il 01/11/2003 da
voto
7.5
  • Band: SERPENTIA
  • Durata:
  • Disponibile dal: /09/2003
  • Etichetta:
  • Metal Mind
Streaming non ancora disponibile

Ecco un debutto di cui la Metal Mind può finalmente andar fiera: “Dark Fields Of Pain” dei Serpentia è infatti uno tra i lavori più interessanti uscito negli ultimi mesi in ambito death/thrash metal, ed è certamente un ottimo segnale proveniente dalla scena polacca, che ormai da parecchio tempo non offre altro che album qualitativamente mediocri e pressoché insignificanti in quanto a creatività ed originalità. Il giovane quartetto composto da Panzerfaust (vocals), Ivy (bass), Chriser (guitars) e Phoenix (drums), propone con grande sorpresa un intrigante e personalissimo extreme metal con elementi d’ogni sorta, da quelli più classici del death/thrash passando per il tipico Polish death metal sound e la psychedelia che fa capolino, oltre che nei brani strumentali, anche in alcuni break sinfonici che accrescono notevolmente la verve sperimentale, senza mai perdere in impatto e violenza esecutiva. A partire dal devastante incipit di “The Worst Enemy”, fino alle ultime note della conclusiva “Place Where The Souls Are Dying”, i Serpentia riescono a tessere una tela priva di indecisioni od imperfezioni d’ogni sorta, grazie innanzitutto a delle capacità tecnico-esecutive superiori alla norma, ed ad uno spiccato gusto negli arrangiamenti delle parti strumentali e vocali. Una band che possiede certamente un margine di evoluzione da verificare in futuro, eppur già in questo primo full-length album non può che convincere ed ammaliare quanto basta per un plauso sincero.

TRACKLIST

  1. The Worst Enemy
  2. Consciousness Of The Beyond
  3. Waiting For Wings
  4. Hospice Of Hope
  5. Charity Of Death
  6. Extraterrestrial Mother
  7. Dark Fields Of Pain
  8. Never-ending Questions
  9. Place Where The Souls Are Dying
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.