SEVEN SISTERS – Seven Sisters

Pubblicato il 30/10/2016 da
voto
7.0
  • Band: SEVEN SISTERS
  • Durata: 00:39:23
  • Disponibile dal: 14/10/2016
  • Etichetta:
  • High Roller Records

Spotify:

Apple Music:

I Seven Sisters sono un giovane collettivo britannico di belle speranze, indissolubilmente legato ad un certo modo di intendere il caro e vecchio heavy metal plasmato in Europa nei primissimi anni Ottanta. Formatisi nel 2013, intorno alle carismatiche figure del frontman Kyle McNeill e del valido chitarrista Graeme Farmer, di lì a poco avrebbero concepito un demo ed un singolo, prima di rilasciare l’omonimo debutto patrocinato dalla tedesca High Roller Records. La copertina rievoca un immaginario palesemente epico, condito da un pizzico di gradito romanticismo, narrato attraverso un mosaico lirico che si ispira liberamente al mito di Orione. Gli otto episodi di cui è composta l’opera palesano un approccio compositivo estremamente meticoloso, prevalentemente incentrato su complesse partiture strumentali ereditate da giganti del calibro di Thin Lizzy e (primissimi) Iron Maiden. L’unico brano sottotono incluso in scaletta risulta essere proprio l’inconcludente title track, la quale si palesa ai nostri timpani come un malriuscito tentativo di emulare le atmosfere coniate, a suo tempo, nella celebre “Phantom Of The Opera”, complice anche una performance vocale di McNeill tutt’altro che memorabile. Va decisamente meglio con la cangiante “Highways Of The Night”, episodio ottimamente strutturato dal quale emergono una serie di cambi di tempo vincenti, sorretti da un riffing sinistro che strizza in più di un’occasione l’occhio ai luciferini Mercyful Fate. Il vorticoso saliscendi strumentale di “The Silk Road” viene dilatato mediante l’utilizzo opportuno di azzeccati chiaroscuri strumentali. Anche nei frangenti relativamente più immediati, i Nostri forgiano nel fuoco incendiari uptempo in grado di scatenare furiosi headbanging (“Destiny’s Calling”, “Gods And Men Alike”). L’eclettica “Cast To The Stars” mette in mostra una serie di velenosi assoli alle sei corde dal marcato gusto neoclassico, chiaramente ispirati all’inappuntabile estro di Sua Maestà Ritchie Blackmore. Una produzione più corposa ed un cantante maggiormente espressivo avrebbero spinto, senza fatica alcuna, “Seven Sisters” nelle zone calde della nostra classifica settimanale. Teniamoli comunque d’occhio.

TRACKLIST

  1. Destiny's Calling
  2. Highways Of The Night
  3. The Silk Road
  4. Seven Sisters
  5. Pure As Sin
  6. Commanded By Fear
  7. Gods And Men Alike
  8. Cast To The Star
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.