SEVENTH GENOCIDE – Toward Akina

Pubblicato il 14/02/2018 da
voto
6.0
  • Band: SEVENTH GENOCIDE
  • Durata: 00:59:00
  • Disponibile dal: 22/09/17
  • Etichetta: Wooaaargh
  • Distributore:

Il secondo capitolo dalla band capitolina, rilasciato nello scorso autunno, riprende la cifra stilistica espressa nel debutto “Breeze Of Memories”, ampliandone lo spettro. Parliamo di post-black metal atmosferico, che molto deve ai capostipiti Agalloch e Alcest. Rispetto al primo album si registra un  miglioramento nella qualità del songwriting, più fluido e omogeneo, e un miglior bilanciamento tra la componente melodica e quella prettamente black metal. Un elemento distintivo è la componente psichedelica, che fa capolino già nell’opener “Astral Bliss”, a spezzare un incipit furioso. I riferimenti sono – con tutti i distinguo del caso – In The Woods, gli Opeth dell’era wilsoniana e naturalmente Pink Floyd. Arpeggi di chitarra acustica, atmosfere ovattate e un leggero sapore di jazz fanno capolino qua e là, come nella parte iniziale di “Life Is Poison”, che poi si trasforma in una cavalcata dall’incedere quasi epico. Non è però questa la sua forma definitiva, e post-rock e psichedelia tornano presto a fare capolino. Il disco segue questa strada, eccezion fatta per “Transparent”, brano posto in posizione centrale, che rappresenta un intermezzo acustico con forti accenti indie-folk, dal sapore intimista. Citiamo ancora “Immense As The Ocean”, forse il pezzo più azzeccato tra tutti. C’è molta carne al fuoco, anche troppa, considerando che si notano ancora alcune ingenuità e la necessità di un lavoro di editing più rigoroso, per evitare di cadere nella noia. Un’ora di musica non è semplice da gestire mantenendo sempre viva l’attenzione dell’ascoltatore, soprattutto quando la durata media dei brani va oltre i sei minuti, e in questo il combo romano non riesce sempre. L’intero concept è piuttosto ambizioso, in quanto racconta una esperienza di trascendenza, da un piano umano e corporale ad uno astrale ed incorporeo, tematica non nuova in questo filone, e che richiede certamente una certa complessità e una fluidità in grado di rendere il senso del ‘viaggio’. Ascolto consigliato solo ai fan di questo genere di sonorità, in attesa di un prossimo capitolo più personale e a fuoco.

TRACKLIST

  1. Astral Bliss
  2. Life Is Poison
  3. Love Is Poison
  4. Transparent
  5. Immense As The Universe
  6. Immense As The Ocean
  7. Last Fall Before The Impact
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.