SEVERE TORTURE – Fall Of The Despised

Pubblicato il 04/12/2005 da
voto
6.0
  • Band: SEVERE TORTURE
  • Durata: 00:40:24
  • Disponibile dal: /11/2005
  • Etichetta: Earache
  • Distributore: Self

Si erano un po’ perse le tracce dei Severe Torture negli ultimi anni: il loro ultimo full-length, “Misanthropic Carnage”, era datato 2002, un paio di tour europei erano stati annullati e solo la pubblicazione della raccolta “Bloodletting” era riuscita a scacciare le voci che volevano lo split della brutal death metal band olandese. A quanto pare, però, il gruppo non è mai stato in crisi, anzi… tanto che oggi ci ritroviamo fra le mani questo “Fall Of The Despised”, nuova opera realizzata addirittura sotto l’egida della Earache Records! I piani dei nostri per questo disco erano fondamentalmente quelli di cambiare almeno un po’ le carte in tavola e di proporre qualcosa di più moderno e variegato rispetto al brutal death degli esordi. Tuttavia, un volta ascoltata la tracklist, non si può però affermare che “Fall Of The Despised” sia un album sopra la media, visto che a fine ascolto lascia purtroppo una certa sensazione di incompiuto, nel suo alternarsi tra ottimi pezzi e evidenti filler, episodi coraggiosi e strutturati e repentine svolte verso il passato più radicalmente brutal della band. Una insensata ricerca delle proprie radici che spesso genera una incongruenza, portandoci a considerare tra le song migliori – nonostante alcuni importanti tributi a Suffocation e Aborted – quasi esclusivamente quelle più orientate su un songwriting maggiormente groovy o articolato: l’opener “Endless Strain Of Cadavers” o la lenta “Enshrined In Madness” sono l’esempio lampante di quanto appena detto, così come “Consuming The Dying” e “Dead From Thw Waist Up”. Appena i Severe Torture tornano a pigiare con frequenza sull’acceleratore diventano invece impersonali e prevedibili, nonostante validi pezzi come “Decree Of Darkness”. I buoni, a tratti ottimi, risultati ottenuti dalla band nel cimentarsi con sonorità relativamente melodiche e catchy fanno insomma spesso apparire le scelte legate a riff più radicali quasi artefatte e male integrate all’interno del disco. Si spera perciò che i fattori appena elencati portino a qualche riflessione e ad un attento lavoro in sala prove, volto a mescolare meglio le due diverse componenti stilistiche, magari prendendo ancora più spunto da quanto fatto dai succitati Aborted o dai Decapitated, nuovi paladini del death metal più all’avanguardia. Lavoro interlocutorio.

TRACKLIST

  1. Endless Strain Of Cadavers
  2. Sawn Off
  3. Unconditional Annihilation
  4. Consuming The Dying
  5. Impulsive Mutilation
  6. Dead From The Waist Up
  7. Decree Of Darkness
  8. Enshrined In Madness
  9. End Of Christ
  10. Fall Of The Despised
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.