SHAMAN – Immortal

Pubblicato il 22/11/2007 da
voto
6.0
  • Band: SHAMAN
  • Durata: 00:49:02
  • Disponibile dal: 12/11/2007
  • Etichetta: Scarlet Records
  • Distributore: Audioglobe

Nell’ottobre dello scorso anno una sorta di terremoto si era abbattuto sui brasiliani Shaman: l’addio del talentuoso quanto carismatico singer Andrè Matos, seguito a ruota dai fratelli Mariutti aveva lasciato la band, o meglio il solo Ricardo Confessori, in balia del proprio destino discografico. Ma in meno di un anno il batterista carioca è riuscito nell’impresa di ricostruire, è proprio il caso di dirlo, l’intera band per poi preparare e presentare sul mercato una nuova release: beh, un’impresa non da poco! Ora ai microfoni troviamo il bravo Thiago Bianchi proveniente dai Karma, a cui si sono aggiunti Leo Mancini e Fernando Quesada in sostituzione dei fratelli Mariutti. Il risultato di questa vera e propria rivoluzione è un album sufficiente, che pesca dal repertorio della band mantenendo le proprie radici nel folk brasiliano, anche se in questo album si notano meno rispetto al passato, ma certo questa release non può competere con i precedenti lavori. Siamo di fronte ad un onesto lavoro di power metal tendente al progressive, con le solite influenze sinfoniche che in questo caso sono un po’ più marcate e che mettono in luce il talento degli interpreti dal punto di vista tecnico, mentre si evidenziano alcune superficialità nell’approccio compositivo. Le song degne di nota non mancano come “One Life” e “In The Dark”, quest’ultima sicuramente la migliore del lotto, a cui si aggiungono buoni episodi musicali come “The Yellow Brick Road” e “Inside Chains”, ma nel complesso questo lavoro non regge il confronto con i suoi predecessori. La sensazione è che il buon Confessori abbia avuto fretta di presentare un nuovo lavoro comprimendo in un solo anno il notevole cambio di line up, con tutti i problemi che esso comporta, il lavoro compositivo e la registrazione dell’album; poi non va sottovalutata la dipartita di Matos che grava come un macigno sulla band: Bianchi è bravo, non c’è che dire, ma non ha il carisma del suo illustre predecessore nè tantomeno riesce a regalarci quelle emozioni che Matos riusciva a infondere in ogni brano.

TRACKLIST

  1. Renovatti
  2. Inside Chains
  3. Tribal by Blood
  4. Immortal
  5. One Life
  6. In the Dark
  7. Strength
  8. Freedom
  9. Never Yield
  10. The Yellow Brick Road
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.