SHAMRAIN – Empty World Excursion

Pubblicato il 07/02/2004 da
voto
7.5
  • Band: SHAMRAIN
  • Durata:
  • Disponibile dal: /11/2003
  • Etichetta: Watch Me Fall
  • Distributore: Masterpiece

Streaming:

Durante una notte oscura d’ottobre, ascoltando “Forever Autumn” dei Lake Of Tears, due finlandesi ubriachi ebbero l’idea di formare una band che suonasse musica lenta e sognante… In alcol veritas, Matti Reinola alle keys e Kalle Pyyhtinen alla chitarra, hanno realizzato il loro desiderio, partorito in quei rari momenti alcolizzati dove la vicinanza diventa profondissima. Masterizzato ai Finnvox, “Empty World Excursion” arriva dopo il promo “Pieces”, datato 2001, ed è forte di una line-up completa e si spera stabile. Ne fa parte anche Mika Tauriainen, singer degli Entwine, mentre molti sono i guest-musician chiamati ad impreziosire i nove brani con strumenti quali flauto, violoncello, pianoforte e chitarra acustica. Non fatevi però idee sbagliate, gli ShamRain sono il tipo di gruppo che non abusa di nulla, la loro musica ha una essenzialità e una semplicità che la rendono davvero emozionante. La matrice è indubbiamente rock, venata della malinconia del gothic finlandese più intimista e ispirata, negli attimi più intensi delle soluzioni chitarristiche, alle sonorità degli ultimi Anathema. Quello che più colpisce di questo lavoro è la dolente impressione dell’assenza, musicalmente portata a trasmetterci, con delicatezza scarna, lontananze a volte irrimediabili, rifiuti e disgregazioni, raccontati senza artifici nelle lyrics. Qualcuno crede che il mondo sia il paradiso? Gli ShamRain sono pronti a dimostrare quanto il paradiso sia da riportare alla luce tra le incertezze e le nebbie della realtà. E soprattutto sono pronti a farci sentire quanto ferisca farlo. Coadiuvati da una produzione all’altezza, i quattro riescono nella difficile impresa di risultare molto espressivi e altrettanto coinvolgenti. Batteria e basso si rendono autori di una base finemente minima piena di emozione, spesso tristemente lenta, ma mai ossessiva. Le keys e il piano sono utilizzati con intelligenza, creando melodie atmosferiche e vellutate, sottolineate ad hoc dagli stacchi di chitarra acustica. Il violoncello aggiunge sensazioni struggenti, lo stesso il flauto, che sa farsi anche inquietante, come alla fine di “Sound Asleep”. Le chitarre trainano l’intero lavoro: a tratti sono dolci e nostalgiche, poi si aprono in impennate sostenute tipicamente gothic-rock, infine sanno essere sommessamente malinconiche. Le clean-vocals di Mika coronano a dovere la musica, dandole calore emotivo. Alla leggerezza di fondo dei brani, il singer dona un’intensità interpretativa cupa e presente, contribuendo anche a rendere i refrain più efficaci. Le nove canzoni sono tutte ugualmente valide, ben costruite e non estranee ad una sapiente attitudine catchy dei ritornelli, da intendere in positivo in questo caso. Ascoltare “Empty World Excursion” può rivelarsi un’esperienza davvero piacevole se ci si vuole calare in una proposta fresca, atmosferica, condotta senza cadute di stile, cosa purtroppo frequente nel genere. Non ultimo, nella valutazione favorevole gioca il fatto che gli ShamRain non abbiano voluto strafare, esagerare i toni. L’insieme è equilibrato su poche, essenziali intuizioni, usate in modo da suggerire sempre il massimo a livello evocativo. Difficile non desiderare di risentire “Fail”, “Drifter” o la bellissima “Funeral”. Difficile non desiderare di perdersi ancora nell’evanescenza di questo album. Davvero non male come esordio, è lecito aspettarsi ulteriori miglioramenti in futuro. Solo lievi fantasmi ci toccano, tra le note del viaggio attraverso un mondo vuoto, bagnato di pioggia ingannevole…

TRACKLIST

  1. Statues
  2. Fail
  3. Pieces
  4. Drifter
  5. Withdraw
  6. Sound Asleep
  7. Into Distance
  8. Funeral
  9. Dispensable
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.