SHAMRAIN – Someplace Else

Pubblicato il 14/06/2005 da
voto
8.0
  • Band: SHAMRAIN
  • Durata: 00:46:29
  • Disponibile dal: /06/2005
  • Etichetta: Firebox Records
  • Distributore: Masterpiece

Streaming:

Lo scoglio decisivo del secondo full length viene pienamente superato dai finlandesi Shamrain, recentemente passati su Firebox, dopo la pubblicazione del debut “Empty World Excursion” attraverso la nostrana Watch Me Fall Records. Questo nuovo “Someplace Else” risulta la summa di quanto elaborato con il precedente album e con gli EP “Pieces” e “Shamrain”, in quanto ripropone – con una produzione oggi assolutamente perfetta – quell’approccio lineare, imperniato su prolungati e sognanti midtempo, divenuto ormai il trademark del gruppo. Alcune trame disegnate dalla delicata voce del cantante Mika Tauriainen (Entwine) o l’utilizzo di strumenti come gli archi avevano portato molti in passato a definire frettolosamente il sound degli Shamrain “gothic metal”, ma esso oggi appare più che mai come una proposta personale e riconoscibile, che risulta parte integrante di quella elegante corrente stilistica forgiata dagli ultimi Anathema e Autumnblaze. “Someplace Else” è perciò sostanzialmente un disco di rock raffinato ed atmosferico, che ha ben poco a che fare con il metal, né tanto meno con l’immaginario gothic. La tracklist si fa ascoltare assai piacevolmente, con composizioni assestate sul medesimo livello, ma spiccano leggermente tra le altre “To Leave”, con il suo splendido ritornello, e “A Woeful Song”, capace quasi di commuovere con le sue magnifiche melodie malinconiche. La veste grafica inoltre conferma quella volontà – espressa in primis a livello musicale – di rendere immediatamente identificabile il gruppo attraverso alcuni punti comuni con le precedenti opere: con un appeal moderno e professionale, essa propone sulla copertina semplicemente il logo e il titolo dell’album, su uno sfondo questa volta incentrato su colori freddi. Si attestano su questa linea anche i testi, come al solito tristi ed introspettivi ma tutto fuorché patetici o pacchiani. Chi è stato già catturato dalla proposta degli Shamrain con i precedenti lavori potrà dunque avvicinarsi a questo “Someplace Else” ad occhi chiusi, in quanto esso rappresenta al meglio la proposta del quintetto finlandese. Ma si facciano pure avanti anche coloro che amano dischi come “Alternative 4”, “Judgement” o “Lighthouses” e “Words Are Not What They Seem” degli Autumnblaze… le emozioni saranno assicurate.

TRACKLIST

  1. Into Nothingness
  2. Still Aeon
  3. To Leave
  4. Aura
  5. Slow Motions
  6. The Missing Pieces
  7. A Woeful Song
  8. Laren U Freht Ona
  9. The Empty Flow
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.