SHINEDOWN – Threat To Survival

Pubblicato il 18/09/2015 da
voto
7.0
  • Band: SHINEDOWN
  • Durata: 00:40:17
  • Disponibile dal: 18/09/2015
  • Etichetta: Atlantic Records
  • Distributore: Warner Bros

Da sempre frequentatori abituali delle chart americano, e di recente entrati nelle grazie anche del più esigente pubblico europeo: non sono molte oggi le band che, dopo solo dieci anni e quattro album di carriera alle spalle, possono vantare i numeri degli Shinedown, capaci di mietere consensi tanto tra i rocker più incalliti quanto gli ascoltatori più distratti di Virgin Radio. Dopo il successo planetario di “Amaryllis” – perfetto bilanciamento tra pop, rock, post-grunge e alternative -, sarebbe stato lecito aspettarsi un sequel sulla stessa lunghezza d’onda, ma ai Nostri evidentemente non piace ripetersi, e “Threat To Survival” non fa eccezione. Abituati alle partenze sparate di “Devour” o “Adrenaline”, accogliamo con un sorriso l’accelerazione dolce di “Asking For It”, così come il saliscendi del singolo di lancio “Cut The Chord”, anche se le vere sorprese arrivano con l’attacco pop-rap della più rilassata “State Of My Head”, non lontana dalle atmosfere festaiole degli ultimi Fall Out Boy e Simple Plan. Sulle stesse coordinate ‘sbarazzine’, se pur valorizzate dalla portentosa timbrica del singer Brent Smith, si muovono anche i numerosi mid-tempo (“How Did You Love”, “It All Adds Up”, “Black Cadillac”) e semi-ballad (“Thick AS Thieves”, “Misfits”): i fan più nostalgici non mancheranno di apprezzare le più ritmate “Outcast”, “Oblivion” (vicina ai Godsmack e quindi, per la proprietà transitiva, agli Alice in Chains) e “Dangerous”, ma l’impressione è che il quintetto di Jacksonville si trovi ormai a più agio con il ‘nuovo’ corso. Immaginando una linea retta ai cui estremi si trovano Alter Bridge e Fall Out Boy, è come se gli Shinedown in quest’occasione avessero compiuto un passo nella direzione dei secondi, pur restando in termini assoluti più vicini ai primi: chi scrive continua a reputare “Amaryllis” una spanna sopra, ma ciò non toglie che “Threat To Survival” sia un ottimo dischetto per gli amanti del rock più radiofonico, ennesimo manifesto di una band capace di cambiare pelle come il serpente in copertina.

TRACKLIST

  1. Asking For It
  2. Cut The Cord
  3. State Of My Head
  4. Outcast
  5. How Did You Love?
  6. It All Adds Up
  7. Oblivion
  8. Dangerous
  9. Thick As Thieves
  10. Black Cadillac
  11. Misfits
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.