SHRINE OF THE SERPENT – Entropic Disillusion

Pubblicato il 03/06/2018 da
voto
7.5
  • Band: SHRINE OF THE SERPENT
  • Durata: 00:57:48
  • Disponibile dal: 23/04/2018
  • Etichetta: Memento Mori
  • Distributore:

Il debutto degli Shrine Of The Serpent inizia in realtà il suo cammino in discesa, sospinto dalle buone impressioni già suscitate dal breve omonimo Ep del 2015, portatore di mestezza e sconforto di grande intensità. Oggi il discorso viene ampliato non di poco con “Entropic Disillusion”, che grazie alla sua durata copiosa, ci mostra ancor più nel profondo il lato catatonico e funereo che i Nostri sono in grado di evocare. Se il precedente lascito infatti, possedeva in grembo germi più esagitati di derivazione sludge, sembra che invece oggi il terzetto abbia abbandonato ogni speranza di ribellione, sprofondando nello sconforto funeral doom della loro più recente proposta. In questo senso, le montagne antropomorfizzate raffigurate nello splendido artwork del disco, richiamano con fin troppa facile metafora la musica granitica e monumentale contenuta nei solchi del platter, pronta a sprigionarsi e diffondersi con movenze lente e solenni, ma non per questo con effetto meno dispersivo e lancinante. Le lunghe battute delle canzoni vengono sorrette da power chord infiniti dominati dal crunch estremizzato delle chitarre, che si propaga impietoso tra un accento ed un altro, lasciando tutto il tempo per meditare sulla miserabile condizione di esistenza a cui veniamo sottoposti quotidianamente. Seguendo questo personale percorso, l’intero ascolto saprà rivelare una funzione catartica allo stesso tempo dolorosa e purificante, quasi un percorso di formazione che conduce al suo termine ad una consapevolezza diversa rispetto al punto di partenza. Tematicamente e musicalmente quindi, non sarà difficile tracciare un paragone tra “Entropic Disillusion” ed il recente capolavoro “Mirror Reaper” dei Bell Witch, forse non a caso arricchiti entrambi dallo splendido comparto grafico ad opera di Lewandowski: nonostante il lavoro del duo di Seattle possieda un’atmosfera ed un mood praticamente inarrivabile, legato sicuramente anche al triste contesto che ha visto la sua gestazione, “Entropic Disillusion” sembra aver fatto tesoro dei suoi punti di forza, rendendo più disperata e meno languida l’attitudine generale del disco. A metà tra l’eccessiva immobilità di alcuni e il troppo pallino del ‘progressive doom’ di altri, gli Shrine of The Serpent danno alle stampe un qualcosa di sterminato, calcolato, asfissiante e monolitico al punto giusto, rendendosi ottimi arrangiatori di soluzioni si perfettamente riconducibili a determinate radici, ma sempre oppressivamente efficaci quando dettate dalla giusta vena creativa, come in questo caso.

TRACKLIST

  1. Descend Into Dusk
  2. Hailing The Enshrined
  3. Hope's Aspersion
  4. Desecrated Tomb
  5. Returning
  6. Epoch Of Annihilation
  7. Rending The Psychic Void
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.