SIGNIFICANT POINT – Into The Storm

Pubblicato il 19/02/2021 da
voto
7.0
  • Band: SIGNIFICANT POINT
  • Durata: 00:43:59
  • Disponibile dal: 26/02/2021
  • Etichetta:
  • Dying Victims Productions

Spotify:

Apple Music:

Ed ora con l’aiuto del sole vincerò, attacco solare… energia!“. Chi sta per raggiungere, o chi ha già superato i temutissimi -anta, sa bene di cosa stiamo parlando. La sentenza letale innalzata da Haran Banjo dava infatti modo al suo Daitarn III di sferrare il colpo di grazia al megaborg di turno, concludendo gloriosamente la canonica puntata della serie televisiva animata, rigorosamente giapponese. Ed è proprio dalla terra del Sol Levante che arrivano, con la medesima folgorante energia, i Significant Point, quintetto di Tokyo attivo dal 2011 e adepto all’heavy metal più sudorifero e old-school. Riprendendo i dettami enunciati a suo tempo dai connazionali Loudness, la band nipponica giunge all’esordio per la Dying Victims Productions con il qui presente “Into The Storm”: uno spargimento di speed metal in cui pure power ed epic trovano spazio tra gli arzigogoli chitarristici sfoderati da Kazuki Kuwagaki e Gou Takeuchi, fondatori del gruppo stesso. E sono proprio i due axeman gli assoluti protagonisti di questo debut album: accompagnati dai ritmi vorticosi imbastiti dal batterista Itormentor, Kuwagaki e Takeuchi intelaiano trame sfrenate, coinvolgenti e funamboliche costruendo, come ben testimonia il titolo del full-length, un’autentica tempesta sonora in grado, pur con qualche calo d’ispirazione qua e là, di catturare l’animo più guerriero dell’ascoltatore. Un assaggio delle potenzialità messe in campo dall’act giapponese lo abbiamo immediato con l’opener “Attacker”: canzone di punta, già presente nel primo demo della band e nel precedente ed omonimo EP, è la classica scarica di adrenalina dove George Itoh dà il via ai suoi personalissimi acuti, altro segno indelebile, a volte un po’ forzato, dell’intero disco. Le raffiche di assoli in modalità Dragonforce, sfoggiate dai due chitarristi, rappresentano il trademark di un album che racchiude nella prima e nell’ultima parte i momenti più fulminanti (“Heavy Attack”, “Danger Zone” e “Deathrider”) su cui far rimbalzare la propria testa, lasciando episodi più classici, dove spuntano pure rimandi ai Maiden (“Run For Your Life”), all’interno dei pezzi posti nella sezione centrale del disco. Degna di nota la titletrack: cantata in lingua madre, richiamando il Daitarn III d’inizio recensione, ha tutti i crismi per essere una sigla perfetta da affibbiare al più inarrestabile dei mecha. E se il songwriting non brilla certo di ricercatezza, il punto significativo dei Significant Point (permettetici il gioco di parole) è proprio l’assetto poderoso sguainato dai cinque asiatici lungo tutti i quaranta minuti previsti: un turbinio di speed metal roccioso che pone la band nipponico tra le piacevoli sorprese di questo nuovo anno.

TRACKLIST

  1. Attacker
  2. Heavy Attack
  3. You've Got The Power
  4. Riders Under The Sun
  5. Night Of Axe
  6. Run For Your Life
  7. Into The Storm
  8. Deathrider
  9. Danger Zone
  10. Running Alone
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.