SILVERSTEIN – When Broken Is Easily Fixed

Pubblicato il 12/07/2003 da
voto
8.0
  • Band: SILVERSTEIN
  • Durata: 00:38:39
  • Disponibile dal: 20/05/2003
  • Etichetta:
  • Victory Records
  • Distributore: Get Smart

Spotify:

Apple Music:

Emozione: uno stato d’animo così difficile da descrivere con le parole…talmente intimo e personale da esserne quasi gelosi. Ed è davvero arduo trovare cause comuni a più persone, creanti emozioni che vadano oltre il singolo individuo e abbraccino, con la stessa intensità, la massa; poiché ciò che proviamo dentro e ciò che mostriamo fuori è il frutto esclusivo di quello che siamo e delle nostre esperienze vissute, gioiose o sofferte che siano. Per tal motivo, questa recensione potrà sicuramente significare ben poco per molti di voi che la leggerete…ma un fatto tuttavia lo ritengo innegabile: la musica, a volte, si dimostra la migliore rappresentazione concreta di emozioni, cui attingere per capire, trovare conforto, riflettere, accettare. Ebbene, il debutto dei canadesi Silverstein, “When Broken Is Easily Fixed”, di emozioni ne diffonde a profusione: malinconia nel ricordare attimi che non saranno più, nostalgia di un passato ormai sepolto dal Tempo infame, tristezza nel rammentare sogni infranti, rabbia per un Destino dalle sembianze crudeli ed ingiuste, voglia di rinascere e dimenticare, la necessità di cicatrizzare le ferite. Tutto questo tramite una musica che, pur rientrando solamente per il rotto della cuffia in ambito metal, riesce ad essere più penetrante di quella della miriade di band ultradepresse che popolano la scena dark-gothic del nostro genere preferito. Ci troviamo di fronte, infatti, ad un particolarissimo miscuglio composto da melodie post-scolastiche à la Weezer/Sum 41, parti irruente provenienti da sponde hardcore e riff che strizzano l’occhio al repertorio maideniano, i quali danno la classica marcia in più alla band in esame; il tutto cucito da una prestazione vocale di tale Shane Told davvero entusiasmante, divisa tra tonalità emo-core e urla graffianti e lancinanti, vicine al tipico cantato black. Non c’è un pezzo scadente in questo lavoro: “Smashed To Pieces”, la title-track, “November”, “The Weak And The Wounded”, “Hear Me Out” e tutti gli altri sono dei brani eccezionali, alcuni dei quali caratterizzati da delicati arrangiamenti di violino, capaci di incupire ed addolcire ancor di più la già opprimente sensazione di “gioventù che se ne va” presente fra i solchi del dischetto. E lascio a voi immaginare di cosa parlino i testi di “When Broken Is Easily Fixed”: l’Amore viene qui trattato per quello che molti pensano sia (compreso il sottoscritto): utopia. Il pessimismo e la rabbia fatti esplodere all’unisono per esorcizzare sentimenti negativi rendono questo lavoro un vero scrigno di sorprese e idee validissime. Personalmente, trovo difficile togliere il CD dal lettore e mi auguro con tutto il cuore che tutto ciò non passi inosservato – come probabilmente avverrà, invece. La Victory è sempre stata un’etichetta lungimirante per un certo tipo di sonorità, ma questa volta credo si siano superati! Per invogliarvi all’ascolto, non resta che proporvi un azzardato concetto: immaginate i Dark Tranquillity di “Projector” con suoni e attitudine punk/hardcore, ed ecco i Silverstein! Fatevi un semplice favore: cercate questo capolavoro e ascoltate, ascoltate, ascoltate…

TRACKLIST

  1. Smashed Into Pieces
  2. Red Light Pledge
  3. Giving Up
  4. November
  5. Last Days Of Summer
  6. Bleeds No More
  7. Hear Me Out
  8. The Weak And The Wounded
  9. Wish I Could Forget You
  10. When Broken Is Easily Fixed
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.