SINISTER – Syncretism

Pubblicato il 16/02/2017 da
voto
7.5
  • Band: SINISTER
  • Durata: 00:48:16
  • Disponibile dal: 24/02/2017
  • Etichetta: Massacre Records
  • Distributore: Audioglobe

La carriera dei Sinister prosegue imperturbabile, anche se i responsi di critica e soprattutto di pubblico sono lontani dall’essere clamorosi. Nonostante negli ultimi anni i death metaller olandesi abbiano rilasciato una serie di lavori quantomeno discreti, rispetto a formazioni altrettanto longeve ma tutto sommato bollite come Obituary o Deicide, i Nostri per qualche motivo continuano a venire reputati poco “cool”. Sicuramente lo scarso supporto della Massacre Records e la poca disponibilità a mettersi in gioco in tour di spessore sono fattori che incidono su tale percezione, ma, in un’epoca in cui basta un click per accedere a nuova musica, questo ostracismo attorno alla band continua a sembrarci piuttosto inopportuno. In ogni caso, siamo ormai al dodicesimo full-length per Aad Kloosterwaard e soci; “Syncretism” pare avere come obiettivo quello di scuotere un po’ le radici death metal del combo e di provare a mescolare queste ultime con inediti vagiti sinfonici. Rimarrà forse deluso chi si aspettava la solita band quadrata, capace di riversare in musica solo tutta la sua proverbiale veemenza, ma in realtà i Sinister non sono nuovi ad esperimenti in ambienti più melodici: “Afterburner”, ormai più di dieci anni fa, aveva già mostrato un tocco sorprendentemente arioso nella proposta della band. Con questa nuova opera, gli olandesi mantengono una intensità notevole a livello di ritmiche e riffing di chitarra, abbinando però il tutto ad estemporanei rilievi orchestrali nelle aperture più cadenzate. Naturalmente, non siamo dalle parti di Dimmu Borgir o Fleshgod Apocalypse: il cuore death metal (e thrash, in alcune circostanze) batte forte e pulsante, tuttavia brani come “Dominance by Acquisition” non perdono occasione di svelare velleità epiche e incursioni in atmosfere trionfali. Il timore sacrosanto era che una certa pretenziosità potesse prendere il sopravvento sull’efficacia delle composizioni, invece troviamo un disco che dispensa sì qualche curiosa divagazione, ma anche e soprattutto un grande impatto e una solida rielaborazione di partiture old school, a dimostrazione di un songwriting saggio e concreto nella maggior parte delle tracce. In sostanza, la tracklist vive di episodi dalla qualità costante, ha il merito di non stancare anche dopo ripetuti ascolti e di non risultare mai innocua. Resta qualche perplessità sulla prova al microfono di Kloosterwaard – decisamente piatta e “telefonata” in molti di questi pezzi – tuttavia, nel complesso, possiamo affermare che questa parziale virata verso un sound più ricco e dinamico abbia giovato alla band, che con “Syncretism” sforna una delle sue opere più godibili dell’ultimo decennio.

TRACKLIST

  1. Neurophobic
  2. Convulsion of Christ
  3. Blood Soaked Domain
  4. Dominance by Acquisition
  5. Syncretism
  6. Black Slithering Mass
  7. Rite of the Blood Eagle
  8. The Canonical Rights
  9. Confession Before Slaughter
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.