SINISTER – The Carnage Ending

Pubblicato il 28/09/2012 da
voto
7.0
  • Band: SINISTER
  • Durata: 00:48:07
  • Disponibile dal: 28/09/2012
  • Etichetta: Massacre Records
  • Distributore: Audioglobe

Puntuale ritorno in campo della band di Aad Kloosterwaard, ormai giunta al traguardo, certo non da tutti, del decimo full-length. Nonostante l’ennesima rivoluzione nella lineup, che ora vede la presenza al fianco di Kloosterwaard di tutti i membri degli Absurd Universe, la pasta è quella dei Sinister che tutti conosciamo da qualche anno a questa parte: death metal classico, dagli accenti slayeriani, che dispensa riff affilati e melodie effimere. Oggi sono state definitivamente abbandonate le derive atmosferiche di “The Silent Howling”: in questo viaggio verso sonorità vecchio stampo, i Nostri recuperano in toto urgenza e rabbia, finendo per badare esclusivamente al sodo anche in sede di produzione, ora tornata a essere sobria e organica. Di certo non si avvertono la complessità, l’impatto viscerale e il mood apocalittico di un disco come “Hate”, ma il death metal scorre comunque a fiumi, giustamente incazzato, doverosamente sincero. Un album tutto sommato semplice, dal fragore immediato, abrasivo nelle parti strumentali e stentoreo nel cantato del frontman; un album che ha i suoi semi in un passato importante, ma che riesce a non farlo rimpiangere in un mare di lacrime, pur assestandosi certamente su diversi livelli di qualità e carattere. Un paio di brani in meno non avrebbero affossato la tracklist – anzi! – e qualche capitolo probabilmente avrebbe beneficiato di una maggiore sintesi: dopo tutto, il gioco è bello quando dura poco. Tuttavia, con “The Carnage Ending” i Sinister riescono comunque a confezionare un disco piacevole, che in larghi tratti approfitta parecchio di un indovinato approccio thrasheggiante e “no frills” e che quando rallenta – vedi “Oath Of Rebirth” – non risulta pedante. Un lavoro che dunque si inserisce nella tradizione del gruppo senza stonare, diretto ai die-hard fan così come a coloro che nel death metal cercano soprattutto linearità e aderenza agli stilemi più classici del genere.

TRACKLIST

  1. Gates Of Bloodshed (Intro)
  2. Unheavenly Domain
  3. Transylvania (City Of The Damned)
  4. My Casual Enemy
  5. Crown Of Thorns
  6. The Carnage Ending
  7. Oath Of Rebirth
  8. Regarding The Imagery
  9. Blood Ecstacy
  10. Defamatory Content
  11. Final Destroyer
7 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.