SINISTRO – Semente

Pubblicato il 16/04/2016 da
voto
4.5
  • Band: SINISTRO
  • Durata: 00:43:51
  • Disponibile dal: 04/08/2016
  • Etichetta: Season Of Mist
  • Distributore: Audioglobe

Anche i migliori, ogni tanto, prendono una cantonata. Data la stima che il sottoscritto nutre per Season Of Mist, non esiste probabilmente altra possibile introduzione a questa recensione, che non sottolineare l’occasionale buco nell’acqua che può capitare anche a un’etichetta di grande acume; sì, perché a parte la scarsa qualità complessiva di questo “Semente”, si è pure fatto un discreto parlare di questo come-back della band portoghese, ed è difficile capire per quale motivo. Andando ad analizzare il contenuto del lavoro, la prima traccia, “Partida”, si apre su sonorità doom oltre modo canoniche, per non dire stereotipate, con una chitarra acustica dall’effetto quasi liquido a mostrare una qualche velleità; e se l’espressione effetto quasi liquido vi ha portato alla mente doppi sensi intestinali, teneteli buoni. La successiva “Estrada” parte come un brano goth rarefatto, francamente devastato dalla linea vocale di Patricia Andrade, alle soglie di un fado-pop veramente degno di unghie sulla lavagna. Per inciso la voce della frontwoman risulta una scelta inspiegabile per l’intera durata dell’album; quasi sempre priva di qualsivoglia intensità, traccia linee banali, piatte, difficilmente collocabili chiaramente in una direzione che sia da classifica, da gothic metal o proveniente da chissà quale strano parto mentale. Ma perché non si pensi che la stroncatura venga determinata solo dalla presenza della cantante, provate pure, anche solo superficialmente, a sentire le successive “Corpo Presente” e “Semente”, per rendervi conto di come la band lusitana, anche musicalmente, non riesca a fare altro che scimmiottare di tutto, dai Portishead a qualche lontana reminescenza alternative. Il primo pezzo con una qualche (vaga) personalità, “Relìquia”, giunge francamente fuori tempo massimo, e gode della forte presenza delle tastiere di Fernando Matias, l’unico membro della band che merita una sincera pacca sulle spalle per lo sforzo tentato. Questo brano, come la conclusiva “Fragmento”, naviga lungo le coste percorse con grazia ed efficacemente dai Lycia: i Sinistro giungono però irrimediabilmente secondi. E con gran distacco di tempo e classe.

TRACKLIST

  1. Partida
  2. Estrada
  3. Corpo Presente
  4. Semente
  5. Relíquia
  6. A Visita
  7. Fragment
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.