SINPHOBIA – Awaken

Pubblicato il 13/03/2016 da
voto
6.0
  • Band: SINPHOBIA
  • Durata: 00:41:21
  • Disponibile dal: 26/02/2016
  • Etichetta: Bakerteam Records
  • Distributore: Audioglobe

I Sinphobia sono un gruppo di Verona che con questo disco di debutto viene lanciato sul mercato dalla Bakerteam Records. Per essere un primo lavoro dobbiamo ammettere che i Nostri svolgono un lavoro egregio in termini di presentazione: un buon suono corposo, pieno e aggressivo, un bell’artwork ad opera di Ashraf E. Shalaby, un concept lirico ragionato e volto a spiegare anche il significato del loro moniker, che vuole spronare l’ascoltatore ad affrontare la paura che è un freno per l’essere umano e che deve necessariamente imparare appunto ad affrontarla e vincerla. Sin dai primissimi ascolti riconosciamo che “Awaken” è un disco facilmente assimilabile, i brani hanno un impatto molto forte, sono memorizzabili nella semplicità delle loro strutture molto squadrate e martellanti. I Sinphobia si destreggiano in un death groove sporco di thrash metal, un genere che per definizione richiede molto dinamismo e una certa capacità di sprigionare energia e groove. Ma è proprio con il susseguirsi degli ascolti che appare evidente come il loro modo un po’ prevedibile di scrivere i brani sia il vero punto debole del disco. L’errore principale, a nostro avviso, crediamo risieda nell’utilizzo delle stesse soluzioni ritmiche e chitarristiche – anch’esse per la verità già piuttosto derivative e sentite in molti contesti – praticamente per gran parte della durata del platter. Un riffing basato principalmente sulla ritmica, e che lascia in secondo piano la fase melodica, richiede appunto un’ossatura ben più varia e dinamica, oppure un coinvolgimento e un pathos decisamente più debordanti. Se da un punto di vista prettamente tecnico abbiamo poco da criticare, quello che manca è la classica “pacca” che è fondamentale per il successo in questo genere. L’immediatezza e l’impatto frontale dei brani, nonché i pochi fronzoli e orpelli, sono caratteristiche che da un lato possono garantire un discreto successo nei concerti perché, lo ripetiamo, ai primissimi ascolti, i pezzi girano discretamente. Per contro però la grande musica deve resistere soprattutto alla prova del tempo e “Awaken” è uno di quei dischi che non stimola il riascolto. Non è escluso che i Nostri, superata questa prima fase in cui come obiettivo hanno quello di farsi conoscere da quanta più gente possibile, possano correggere il tiro e tornare con qualcosa di più evoluto. Per il momento non ce la sentiamo di andare oltre una piena sufficienza.

TRACKLIST

  1. Fearless Horde (Intro)
  2. Prayer to Warcry
  3. Guilty of Downfall
  4. The Punishing Hand
  5. Thread of Salvation
  6. Respect
  7. Face Your Mirror
  8. March of the Lambs
  9. Tetra (Raw version)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.