SIRENIA – At Sixes And Sevens

Pubblicato il 30/05/2002 da
voto
7.0
  • Band: SIRENIA
  • Durata: 00:45:00
  • Disponibile dal: //2002
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe
Streaming non ancora disponibile

I Sirenia sono la nuova band di Morten Veland, ex chitarrista e cantante dei Norvegesi Tristania, band che abbandono’ subito dopo il tour di supporto al bellissimo “Beyond The Veil”, il secondo lavoro dei nostri. Nella biografia allegata alla copia promozionale, la Napalm Records si dilunga sul fatto che questo nuovo progetto sia assolutamente originale, ma, come spesso accade, cio’ non corrisponde esattamente a verità. Il buon Morten, nell’arco delle nove canzoni che costituiscono l’album, dimostra infatti ampiamente di essere ancora molto legato al sound che aveva contribuito a creare con la sua vecchia band… e non solo a quello. Gli studi in cui l’album è stato registrato sono i soliti Soundsuite Studios di Marsiglia (Tristania, The Sins Of Thy Beloved, Novembre) e addirittura la copertina ricorda molto quella di “World Of Glass” dei succitati Tristania. Gothic metal molto pomposo e iper-arrangiato è quindi quanto ci propongono i Sirenia, contaminato in alcuni episodi con elementi dark e rock, mentre fiero delle proprie radici death metal in altri. C’e’ da dire pero’ che questi nuovi brani, pur essendo molto simili in termini di stile, non raggiungono i livelli di complessita’ di quelli dei Tristania, essendo questi leggermente piu’ snelli dal punto di vista strutturale e suonati con un approccio piu’ rockeggiante. Degne di menzione le iniziali “Meridian” e “Sister Nightfall”, ma anche “Lethargica” non e’ da meno: tre brani in cui sono rintracciabili tutti gli elementi che costituiscono il sound dei Sirenia (e, ad esser cattivi, di tante altre band dedite al genere). Chitarre divise tra parti acustiche e riff abbastanza aggressivi, tastiere per donare atmosfera, violini, cori, voci femminili, growls e ben tre differenti voci pulite. “At Sixes And Sevens” e’ insomma un disco che raggiunge pienamente la sufficienza, ma non si tratta certo del degno successore di quel capolavoro di “Beyond The Veil” come la Napalm vuole invece farci credere. Forse sarebbe davvero ora che qualcuno provasse ad osare qualcosa di piu’ in questo ambito: le piccole sperimentazioni espresse in quest’album sono un buon segno, speriamo pero’ che in futuro la band tenti di approfondirle, perche’ finora si e’ trattato davvero di poca cosa.

TRACKLIST

  1. Meridian
  2. Sister Nightfall
  3. On The Wane
  4. In A Manica
  5. At Sixes And Sevens
  6. Lethargica
  7. Manic Aeon
  8. A Shadow Of You Own Self
  9. In Sumerian Haze
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.