SIX REASONS TO KILL – We Are Ghosts

Pubblicato il 12/05/2013 da
voto
6.0
  • Band: SIX REASONS TO KILL
  • Durata: 00.42.03
  • Disponibile dal: 22/03/2013
  • Etichetta: Massacre Records
  • Distributore: Audioglobe

Come vedete i Six Reasons To Kill non si presentano proprio bene: l’etichetta di un genere stagnante come il deathcore/metalcore e questa copertina in bianco e nero che sa di incompiuto non attraggono di certo l’ascoltatore, risultando come vedremo più tardi anche parzialmente fuorvianti. Sfogliando la bio scopriamo che i tedeschi sono attivi dal 1999, e senza interruzioni hanno parecchia gavetta alle spalle. La stagionatura del quintetto si intuisce nell’ascolto di questo “We Are Ghosts”, che agli usuali schemi metalcore unisce quell’impronta tra groove, industrial e thrash metal che ha spadroneggiato negli anni ’90: il disco è quindi una via di mezzo tra Caliban e Lamb Of God (soprattutto per il mostruoso apporto vocale di Lars Tekolf, che domina il mix), con echi hardcore e industrial (Nailbomb e Monster Voodoo Machine). Pur galleggiando sulla sufficienza e possedendo i numeri per una valida resa dal vivo i dieci pezzi pagano l’accostamento al metalcore e ad un modern metal oggi non più moderno (vedi la distorsione e il suono dei sinth) che si snoda su strade già battute, ribattute ed asfaltate, andando a perdere il piacevole effetto nostalgia prima della fine del giro. Non possiamo certo parlar male di loro, ma diventa ovvio come l’ascolto sia consigliato esclusivamente agli over trenta. In ritardo di dieci anni.

TRACKLIST

  1. The Damned
  2. We Are Ghosts
  3. Inked Inside
  4. God of the Dead
  5. Betrayer
  6. Unburied Again
  7. Heartbreaker
  8. Factor X
  9. Catalyst
  10. F... Hipster
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.