SKELETAL REMAINS – The Entombment of Chaos

Pubblicato il 15/09/2020 da
voto
8.0
  • Band: SKELETAL REMAINS
  • Durata: 00:48:09
  • Disponibile dal: 11/09/2020
  • Etichetta: Century Media Records
  • Distributore: Sony

Spotify:

Apple Music:

Quasi dieci anni di attività sempre al servizio del death metal: un traguardo importante che il gruppo californiano sembra volere festeggiare con la pubblicazione del nuovo LP “The Entombment of Chaos”, il primo ad uscire in tutto il mondo su Century Media Records. Seguiamo la carriera degli Skeletal Remains sin dagli esordi e fa piacere constatare come ad una crescita di popolarità sia corrisposta anche una discreta evoluzione nel songwriting e nell’interpretazione di una materia tanto classica. La band con questo quarto album sigla infatti una sorta di testamento musicale, una summa di tutto quello che questa nicchia dovrebbe essere al suo meglio. Una proposta perfettamente circoscritta nel recinto di un death metal di matrice primi anni Novanta, soprattutto di matrice floridiana, eppure mutevole nei riferimenti, nelle dinamiche e nelle strutture dei brani. È certo che Chris Monroy abbia studiato a fondo i classici del genere e, va da sè, buona parte dei gloriosi vecchi cataloghi Earache e Roadrunner, a cui aggiunge qualche guarnizione di matrice thrash-death. Pochi fronzoli, niente esperimenti, nessuna vera sorpresa stilistica, ma la musica del gruppo su “The Entombment…” sembra godere di una verve e di un’ispirazione più felici che mai. In particolare, si notano un generale inasprimento delle ritmiche e un addensamento delle atmosfere, come se in questa occasione i Morbid Angel avessero rimpiazzato i Death in cima alle influenze della band. Ciò si traduce in episodi tanto monolitici quanto elaborati, da cui emerge una cura per i dettagli che non sempre era rintracciabile nei dischi precedenti, assieme a dei saliscendi emotivi più che mai marcati.
Rimandi stranoti? Prodotto derivativo? Certo, come da anni a questa parte lo sono questo genere di formazioni, che però, con dei musicisti in grado di tenere tutti col fiato sospeso durante lo sviluppo dei brani, sanno come divertire anche chi conosce a memoria le discografie dei cosiddetti padri ispiratori e tutti i vari cult album dell’underground. Poche ma efficacissime idee, insomma, con un arsenale di riff che questa volta esplode su un lavoro di batteria estremamente denso e aggressivo, ad opera di Charles Koryn (Funebrarum, VoidCeremony, Ascended Dead). Le trame si contorcono vorticosamente e la visione di fondo è come quella di un colore predominante che permane e assume forza. Un vigore e un brio che su pezzi come “Congregation of Flesh” e “Tombs of Chaos” toccano vette inedite per gli Skeletal Remains, rafforzando la nostra impressione di essere al cospetto del loro album più completo e maturo. Covid permettendo, la carriera dei ragazzi californiani sembra più che mai sul punto di decollare definitivamente.

TRACKLIST

  1. Cosmic Chasm (Intro)
  2. Illusive Divinity
  3. Congregation Of Flesh
  4. Synthetic Impulse
  5. Tombs Of Chaos
  6. Enshrined In Agony (Instrumental)
  7. Dissectasy
  8. Torturous Ways To Obliteration
  9. Eternal Hatred
  10. Unfurling The Casket
  11. Stench Of Paradise Burning (Disincarnate cover)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.