SKELETONWITCH – Forever Abomination

Pubblicato il 03/10/2011 da
voto
7.0
  • Band: SKELETONWITCH
  • Durata: 00:32:36
  • Disponibile dal: 07/10/2011
  • Etichetta: Prosthetic Records
  • Distributore: Audioglobe

Nel corso di circa dieci anni di attività, gli Skeletonwitch hanno messo insieme un curriculum più che dignitoso, fatto di svariate pubblicazioni minori e di un’attività live che li ha visti esibirsi praticamente ovunque sul vecchio e nuovo continente. In mezzo, tre full-length uno più fortunato dell’altro e ora questo “Forever Abomination”, che viene dato in pasto alle masse poco prima che il gruppo statunitense si imbarchi in un intenso tour mondiale. Copertina e titolo potrebbero far pensare a un disco più che mai “fedele alla linea”, tutto basato su quelle sonorità thrash-black ampiamente sfruttate nelle release precedenti. Tuttavia, ascoltandolo, ci si accorge che questo è vero solo in parte. Certo, la vecchia impronta stilistica è ancora fortisssima, calcata anche attraverso il solito pungente screaming del frontman Chance Garnette, ma parlare di thrash vecchia scuola, black e melodic death metal come unici punti di riferimento degli Skeletonwitch sarebbe oggi un pelo improprio. Più esatto è magari sottolineare che su “Forever Abomination”, accanto a questo nocciolo duro, ritroviamo questa volta suggestioni dal respiro più ampio, che guardano maggiormente al power-thrash e al classic metal. Le chitarre duellano infatti con più insistenza su pattern melodici e le ritmiche non sempre puntano tutto su velocità e fervore; al contrario, già dall’opener “This Horrifying Force (The Desire To Kill)” si nota come la band voglia provare a costruire qualcosa di più ragionato, quasi sulla falsariga dei 3 Inches Of Blood, anche se certi suoi sforzi vengono a volte mortificati dall’impostazione vocale di Garnette, che inevitabilmente limita di un bel po’ il raggio emotivo potenzialmente a disposizione. Ciò nonostante, almeno a livello di riffing, l’ispirazione tutto sommato non manca, soprattutto in episodi come “Of Ash And Torment” o “Erased And Forgotten”, tra i migliori del recente repertorio del quintetto. Infine, alla vitalità del disco contribuisce una produzione finalmente molto curata – ad opera di Matt Hyde (Slayer, Children Of Bodom) – che dà alle trame dei nostri ulteriore dinamismo. In sintesi, come accennato, non tutto forse funziona alla perfezione, ma la sostanza ancora una volta c’è.

TRACKLIST

  1. This Horrifying Force (The Desire To Kill)
  2. Reduced To The Failure Of Prayer
  3. Of Ash And Torment
  4. Choke Upon Betrayal
  5. Erased And Forgotten
  6. The Infernal Resurrection
  7. Rejoice In Misery
  8. Cleaver Of Souls
  9. Shredding Sacred Flesh
  10. Sink Beneath Insanity
  11. My Skin Of Deceit
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.