SKID ROW – Revolutions Per Minute

Pubblicato il 16/01/2007 da
voto
6.0
  • Band: SKID ROW
  • Durata: 00:40:22
  • Disponibile dal: 24/10/2006
  • Etichetta: SPV Records
  • Distributore: Audioglobe

Gli Skid Row sono uno degli esempi più celebri di dedizione alla causa. A cavallo tra la fine degli anni ottanta e il pericoloso (per l’hard rock) inizio dei novanta la band americana aveva raggiunto una fama di un certo livello, con il suo hard rock tanto debitore allo street dei Guns quanto tecnicamente valido. E chi è che ha portato così tanto fortuna alla band? Ovviamente il celeberrimo cantante Sebastian Bach, considerato uno degli uomini più attraenti del rock, ed una delle voci più belle della musica del diavolo. La presenza musicale/mediatica del cantante ha decretato il successo di “Skid Row” prima e soprattutto “Slave To The Grind” poi. Poi le cose hanno iniziato a non funzionare bene, come si sente in “Subhuman Race”. Una pausa di otto anni ed i Nostri, con un nuovo cantante, decidono di tornare alla carica, pubblicando “Thickskin” ed il nuovissimo “Revolutions Per Minute” che non mancherà di far discutere i fan della band. Johnny Solinger, il nuovo cantante, dà buona prova di sé, anche se non potrà mai competere con l’illustre predecessore. I pezzi sono complessivamente buoni, e non si può non premiare il coraggio dei Nostri nel proporre un pezzo country/punk come “When God Can’t Wait” (la pietra dello scandalo), che ha la capacità di far dimenticare a troppi operatori del settore come ogni tanto sia il caso di non prendersi troppo sul serio. Ci sono anche un paio di pezzi da dimenticare, in verità, come “Strength” e “Love Is Dead”, ma nel complesso il disco procede bene, complice la durata non eccessiva di quaranta bei minutini. Ascoltatevi “You Lie”, divertitevi, e non pensate ai casini della vita. A questo serve il rock.

TRACKLIST

  1. Disease
  2. Another Dick In The System
  3. Pulling My Heart Out From Under Me
  4. When God Can't Wait
  5. Shut Up Baby, I Love You
  6. Strength
  7. White Trash
  8. You Lie
  9. Nothing
  10. Love Is Dead
  11. Let It Ride
  12. You Lie ( Corn Fed Mix )
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.