SKINLESS – Savagery

Pubblicato il 10/05/2018 da
voto
7.0
  • Band: SKINLESS
  • Durata: 00:36:57
  • Disponibile dal: 11/05/2018
  • Etichetta: Relapse Records
  • Distributore: Audioglobe

La cifra stilistica di un disco come “Savagery”, sesta prova sulla lunga distanza dei veterani Skinless, è tutta racchiusa nella sua opener/titletrack: incipit che sembra il frutto di una scazzottata nel vicolo tra Suffocation e All Out War, sviluppo centrale all’insegna di soluzioni più tecniche, ragionate e – udite, udite – epiche, conclusione liberatoria nel pieno rispetto degli stilemi brutal-core ampiamente codificati dal gruppo statunitense in carriera. Un po’ come accaduto per il comeback “Only the Ruthless Remain”, ciò che provano a fare i Nostri è arricchire il loro sound con una serie di sfumature che non ne snaturino il proverbiale impatto ignorante e schiacciasassi, mostrando una varietà compositiva impensabile fino a qualche tempo fa e svecchiandosi quel tanto che basta da non ripetere lo stesso errore degli amici/colleghi Dying Fetus, ormai soggiogati da sterili influssi techno-death. E il risultato finale, esaltato dall’ottima produzione di Dave Otero (Archspire, Cattle Decapitation, Nightbringer), convince ancora, sebbene non si possa parlare di vero colpo da KO e alcuni passaggi diano l’impressione di essere fuori contesto in un’opera di death metal made in New York. E’ il caso di “Reversal of Fortune”, strumentale dal mood ombroso che, per quanto formalmente inattaccabile, avremmo preferito sentire in un disco degli Unanimated o dei Dissection, o dell’opacità nelle strutture di “Siege Engine” e “Medieval”, episodi in cui Noah Carpenter e soci fanno il loro senza quel mix di lucidità e impeto barbaro che invece è presente nel resto della tracklist. Perchè quando la formazione è ispirata e imbrocca il riff giusto, vedasi la suddetta titletrack o l’arrembante “Line of Dissent”, non c’è discorso che tenga: la musica prodotta dagli strumenti ha lo stesso effetto di una mazza da baseball calata sull’asfalto, tra assalti ferocissimi, breakdown di rara pesantezza e un rinnovato gusto per gli assoli, mai così in primo piano nello sviluppo dei pezzi. Fan e appassionati del genere avranno di che divertirsi per giorni.

TRACKLIST

  1. Savagery
  2. Siege Engine
  3. Skull Session
  4. Reversal of Fortune
  5. Exacting Revenge
  6. Medieval
  7. Line of Dissent
  8. Cruel Blade of the Guillotine
  9. The Hordes
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.