SKYFORGER – Zobena Dziesma

Pubblicato il 28/03/2004 da
voto
7.0
  • Band: SKYFORGER
  • Durata: 00:40:13
  • Disponibile dal: 01/02/2004
  • Etichetta:
  • Distributore:

Ma come, i lettoni Skyforger non hanno pubblicato solo pochi mesi fa il loro ultimo album intitolato “Thunderforge”? Esatto, ma questo nuovo “Zobena Dziesma” è un’uscita un po’ particolare. Potrebbe essere considerato come un esperimento o un sincero tributo verso un tipo di musica particolarmente amato dal quartetto lettone: la musica folk del loro paese. “Zobena Dziesma”, che significa più o meno “La Canzone Della Spada”, è infatti un album completamente acustico e folk. Già nei primi tre lavori pagan metal della band c’erano tracce di musica folk e alcune di quelle brevi canzoni le ritroviamo qui: “Zviegtin’ Zviedza Kara Zirgi” o la stupenda “Migla, Migla, Rasa, Rasa”, il migliore brano del cd che era presente già nel precedente “Thunderforge”. Le altre canzoni, tutte significative, sono invece degli inediti e sono tratte dalla tradizione popolare lettone. Dalle nostre parti, pur vivendo ormai in un periodo di globalizzazione, non sono poi molti i legami con le terre baltiche e poco si sa soprattutto della tradizione musicale di quelle terre. Dimenticate le allegre e ricche ballate irlandesi o celtiche in generale, siete lontani anni luce se credete di rivivere le emozioni date dai canti degli uomini scandinavi, ma non pensate neppure ad un folk simile a quello slavo. I Paesi Baltici (Estonia, Lettonia, Lituania, giusto per essere precisi) hanno sempre costituito un unicum nella nostra Europa, una piccola ma nobile realtà indipendente che ha lottato per la propria indipendenza durante tutto l’arco della storia, a volte riuscendo ed altre no. E’ logica conseguenza, quindi, che il folk baltico suoni per molti di voi come qualcosa di nuovo, inedito: non aspettatevi un folk infarcito di mille strumenti o quant’altro, qui la semplicità è la forza del messaggio musicale. Cori a cappella, intrecci non troppo complicati seppur suggestivi di flauto e chitarra acustica, il folk lettone è minimale quanto molto pregno d’atmosfera. Un’atmosfera sofferta, triste evidentemente figlia di una tradizione con molte ferite, ma questa musica è suonata con tutto l’amore possibile per la propria terra ed il risultato è convincente. C’è anche la presenza della cornamusa lettone (sì, anche loro ce l’hanno, nella tradizione) a dimostrazione di un filo conduttore comune a tutto il folk e la musica tradizionale europea. Suggestioni evocative, atmosfere eteree che riemergono dalla notte dei tempi, un quadro incisivo offerto con moltà umiltà dagli Skyforger, che in fin dei conti gruppo folk non sono. Piace anche la scritta sul layout che mette in evidenza il fatto che il gruppo suoni questo tipo di musica su tale cd solo per il grande amore per la loro terra, e finalmente tanta umiltà e sincerità meritano di essere evidenziate. Se avete già digerito in passato Finntroll, Otyg, Storm, Cruachan potete anche addentare questo cd dal gusto particolare. Sidrabina Upe Tek!

TRACKLIST

  1. Sen Dzirdeju, Nu Ieraugu
  2. Zobena dziesma
  3. Parkiuns vede vedeklenu
  4. Gatavs Biju Karavirs
  5. Apkart Kalnu Gaju
  6. Prušu Meita Kara Jaja
  7. Aiziedams Perkons Grauda
  8. Sidrabina Upe Tek
  9. Migla, migla, rasa, rasa
  10. Zirgi zviedza
  11. Kur Tu Jasi Balelini ?
  12. Zviegtin' zviedza kara zirgi
  13. O kai saulute tekejo
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.